Obesita': nuove linee guida Gb, niente tv e piu' olio d'oliva

(AGI) - Londra, 24 set. - Al massimo due ore di tv al giorno,se non addirittura cercare di introdurre una serie di giorniTv-free, limitare il ricorso frequente a pasti take-away,introdurre uno stile di dieta di tipo mediterraneo con oliod'oliva e con molte verdure e legumi, e cercare, soprattutto dievitare il consumo di alcolici e bevande che contengonozuccheri. Sono queste alcune delle raccomandazioni che ilNational Institute for Health and Care Excellence (Nice) haelaborato per contrastare l'epidemia di obesita' in corso inGran Bretagna, dove i tassi di obesita' negli ultimi dieci annisono

(AGI) - Londra, 24 set. - Al massimo due ore di tv al giorno,se non addirittura cercare di introdurre una serie di giorniTv-free, limitare il ricorso frequente a pasti take-away,introdurre uno stile di dieta di tipo mediterraneo con oliod'oliva e con molte verdure e legumi, e cercare, soprattutto dievitare il consumo di alcolici e bevande che contengonozuccheri. Sono queste alcune delle raccomandazioni che ilNational Institute for Health and Care Excellence (Nice) haelaborato per contrastare l'epidemia di obesita' in corso inGran Bretagna, dove i tassi di obesita' negli ultimi dieci annisono raddoppiati. Si tratta delle prime linee guida prodottedal Nice dal 2006 e contengono una serie di raccomandazionipratiche per gli adulti e per i ragazzi per acquisire uno stiledi vita piu' sano e per ridurre l'incidenza dell'obesita' trala popolazione. "La regola generale per il mantenimento di unpeso sano e' che l'assunzione di energia attraverso il cibo ele bevande non deve superare la produzione di energia daattivita' quotidiana", ha detto Mike Kelly, direttore delCentro per la salute pubblica del Nice. Nelle linee guida cisono oltre a questi anche altri consigli pratici che dovrebberopermettere ai cittadini di Sua Maesta' di mantenere un pesoforma piu' sano. Tra questi: andare al lavoro in bici o apiedi; tagliare il consumo di cibi calorici come i frittialimentari, biscotti, dolci e formaggi grassi; l'adozione diuna dieta mediterranea ricca di verdure, frutta, fagioli elegumi, cereali integrali, pesce e olio d'oliva; evitare lebevande dolcificate con zucchero, comprese quelle gassate e lesportive; limitare la quantita' di fast food e take-away. .