Obesita': meno a rischio se pasti consumati in 8 ore

(AGI) - Washington, 3 dic. - Limitare il tempo di consumo deipasti in una finestra temporale di otto ore al giorno potrebbeessere un'ottima strategia per perdere peso, riducendo ilrischio di sviluppare obesita' e diabete di tipo 2. Uno studiodel Salk Institute, in California, ha scoperto che rinunciareagli spuntini fuori orario e mangiare rigorosamente in un lassodi tempo limitato - ad esempio dalle 9 alle 17 - ogni giornoaiuterebbe l'organismo a digerire correttamente il cibo.Secondo i ricercatori, se l'orologio del corpo umano puo'prevedere quando mangeremo e' anche meglio preparato a bruciarele

(AGI) - Washington, 3 dic. - Limitare il tempo di consumo deipasti in una finestra temporale di otto ore al giorno potrebbeessere un'ottima strategia per perdere peso, riducendo ilrischio di sviluppare obesita' e diabete di tipo 2. Uno studiodel Salk Institute, in California, ha scoperto che rinunciareagli spuntini fuori orario e mangiare rigorosamente in un lassodi tempo limitato - ad esempio dalle 9 alle 17 - ogni giornoaiuterebbe l'organismo a digerire correttamente il cibo.Secondo i ricercatori, se l'orologio del corpo umano puo'prevedere quando mangeremo e' anche meglio preparato a bruciarele calorie. Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sullarivista 'Cell Metabolism', gli studiosi hanno condotto unaserie di esperimenti sui topi alimentati con una dieta ricca digrassi per otto ore al giorno. Ebbene, le cavie che hannoseguito questo regime alimentare sono risultate piu' sane epiu' magre di quelle a cui e' stato dato lo stesso numero dicalorie per tutto il giorno. Questo regime alimentare hacontinuato ad avere gli stessi effetti anche quando ai topi e'stato concesso qualche giorno "d'eccezione": i beneficidell'aver consumato i pasti alla stessa ora per un periodo ditempo limitato non sono stati annullati da un fine settimana incui l'accesso al cibo e' stato libero per tutto il giorno. .