MISS ITALIA: TRE DECENNI CELEBRATI ATTRAVERSO L'ACCONCIATURA

(AGI) - Montecatini terme, 17 set. - Tre decenni del concorsoMiss Italia celebrati attraverso l'acconciatura, con ilconcorso a fare da palcoscenico ideale per arrivi e partenzeverso i saloni, le strade e le estetiche del quotidiano. Diquesto si e' parlato a Montecatini Terme nel corso dellapresentazione di una ricerca commissionata da WellaProfessionals che da 33 anni segue il concorso e prepara leconcorrenti a prefinali e finali. La ricerca, e un libro,affidata a Future Concept Lab, diretto dal sociologo egiornalista Francesco Morace, ha ripercorso i decenni - '80,'90 e 2000 - in

(AGI) - Montecatini terme, 17 set. - Tre decenni del concorsoMiss Italia celebrati attraverso l'acconciatura, con ilconcorso a fare da palcoscenico ideale per arrivi e partenzeverso i saloni, le strade e le estetiche del quotidiano. Diquesto si e' parlato a Montecatini Terme nel corso dellapresentazione di una ricerca commissionata da WellaProfessionals che da 33 anni segue il concorso e prepara leconcorrenti a prefinali e finali. La ricerca, e un libro,affidata a Future Concept Lab, diretto dal sociologo egiornalista Francesco Morace, ha ripercorso i decenni - '80,'90 e 2000 - in termini di scenario socio-culturale,evidenziando l'immaginario della bellezza, della moda, dellacreativita' e del costume con un focus sui capelli e leacconciature, provando anche a interpretare il futuro. Focussui capelli perche' questi, con le infinite varianti diacconciature, hanno costantemente raccontato la storiadell'umanita'. Nonostante il bisogno di uniformita' espressodal costume, negli ultimi decenni si e' assistito al continuodiffondersi di elementi nuovi nell'acconciatura: innovazioni avolte esplosive come il punk e il grunge con un preciso intentodi rottura con le consuetudini, oppure cambiamenti sottili dicultura e approccio alla bellezza. "Miss Italia insieme a Wellae ai suoi acconciatori, che con professionalita' e passione dasempre mettono al centro la bellezza delle miss e di ogni donna- commenta Patrizia Mirigliani, patron del concorso - haregistrato negli anni tutti i mutamenti avvenuti nel panoramafemminile. Cio' che viene valutato per scegliere Miss Italia e'questo connubio tra personalita' ed esteriorita': un'armonia diforme che e' l'unica in grado di poter definire una ragazzaveramente bella e all'altezza del titolo ricoperto". (AGI)Valori rintracciati anche da Morace nella sua analisi dei nuoviparadigmi di comunicazione legati a Miss Italia: tempestivita',condivisione - "le ragazze che partecipano al concorso ormaisanno che non e' importante solo la bellezza, ma che ilcarattere gioca un ruolo decisivo perche' permette di ampliarelo sharing" - e eccezione, questo "l'elemento che catalizzainteresse, energie, passioni, sia nella dimensione digitaledella Rete sia nel mondo fisico, non e' piu' lo standard dibellezza rassicurante o lo stile omologante, ma piuttostol'intensita' tipica del singolare". "Far risplendere labellezza e renderla unica - conclude Alessio Alberti, ad di P&GSalon Professional - richiede oggi piu' che mai una grandissimacapacita' tecnica, psicologica e comunicativa da parte delparrucchiere. Non e' un caso che gli stessi valori ditempestivita', condivisione ed eccezione emersi dallo studio diFuture Concept Lab possano fondersi anche nella figuradell'hair stylist, impegnato a rendere possibile il sogno diogni Miss, dando forza al carattere come parte della bellezza evalorizzando quel particolare che rende originale".
    Nel decennio 1980,caratterizzato dalla nascita del Made in Italy e l'esplosionedelle Griffe moda, le acconciature risentono dell'influenzadello "stile" tra punk, femminilita' sensuale e nuovi taglicorti che del maschile richiamano la determinazione, purpreservando "ciuffi" di femminilita'. Pier Giuseppe Moroni,Hair stylist Wella Professionals commenta il look della donnasimbolo del periodo Kelly LeBrock "Ai tempi si facevano ancorale permanenti e lei e' stata l'icona di questo stile iperfemminile e sexy, caratterizzato da grandi volumi. Eraespressione della bellezza piu' dirompente. Sensualita' pura". Nel decennio 1990 si assiste ad un "capovolgimento" delleinfluenze: la creativita' e' generata dal "basso", dallepersone, dalla strada. Le acconciature pongono l'accento da unlato su uno stile naturale e scomposto, molto materico, edall'altro, a imitazione delle nuove ispiratrici nel mondodella moda le top model. Il decennio 2000 e' segnato, nel suoinizio, da una rinascita delle piazze di tutto il mondo. Ifesteggiamenti per il nuovo millennio vedono un imponentenumero di cittadini riappropriarsi dello spazio pubblico. Nelmondo della cura del corpo esplodono le SPA e il benessereindirizza anche l'estetica nei capelli. La cura e la bellezzacreano nuove alleanze, definendo nuove "religioni". Dal grungesi e' passati alla cura estrema, al ritorno dell'acconciatura,al glam, ma anche a una democrazia condivisa dello stile.
  Quanto al futuro, una nuova ondata di sperimentazione staattraversando il mondo creativo con l'esplorazione di formegeometriche e strutture tridimensionali in grado di sorprenderee di giocare con proporzioni che si discostano dal consueto.
  Questa leggera 'follia' contamina anche il mondo dell'hairstyleche sperimenta le forme piu' estreme utilizzando il capellocome materiale plastico da plasmare e ricomporre in stilisempre sorprendenti. Il decennio in corso segna anchel'incontro di tutti i sensi, proponendo seducenti fragranze,nuove formulazioni e tecnologie brevettate per dare vitalita'ai capelli. (AGI)