MISS ITALIA: AZZALINI, SOLDI RAI PUBBLICI E NON VANNO SPRECATI

(AGI) - Montecatini Terme, 20 set. - "La Rai ha avuto per MissItalia la massima e doverosa attenzione, al pari di quella cheha per il Festival di Sanremo, ma non per questo i soldi dellaRai, che sono pubblici, vanno sprecati". Lo ha detto AntonioAzzalini, capostruttura di Raiuno, durante la conferenza stampadi chiusura dell'organizzazione del concorso di bellezza edell'evento televisivo. Azzalini ha cosi' replicato alle accusevenute ieri da Patrizia Mirigliani a proposito di unainsufficiente attenzione della Rai, partner della Miren nellaorganizzazione delle finali, per gli appuntamenti televisivi diprima serata. A spingere

(AGI) - Montecatini Terme, 20 set. - "La Rai ha avuto per MissItalia la massima e doverosa attenzione, al pari di quella cheha per il Festival di Sanremo, ma non per questo i soldi dellaRai, che sono pubblici, vanno sprecati". Lo ha detto AntonioAzzalini, capostruttura di Raiuno, durante la conferenza stampadi chiusura dell'organizzazione del concorso di bellezza edell'evento televisivo. Azzalini ha cosi' replicato alle accusevenute ieri da Patrizia Mirigliani a proposito di unainsufficiente attenzione della Rai, partner della Miren nellaorganizzazione delle finali, per gli appuntamenti televisivi diprima serata. A spingere la Mirigliani all'attacco control'azienda di Viale Mazzini erano stati i dati di ascoltoottenuti domenica sera, dati che hanno invece registrato unaforte impennata ieri sera con uno share poco meno del 26 percento, con un incremento di quasi dieci punti. Ilcapostruttura, durante la conferenza stampa ha insistito moltosul fatto che la Rai abbia coperto nel migliore dei modil'appuntamento con le finali, rilevando anche che la presenzadi ospiti e' si' importante ma spesso il loro apporto intermini di ascolti o appeal si limita a una decina di minuti,mentre invece quello che conta e' l'insieme dello spettacolo, enel caso di Miss Italia il servizio pubblico ha garantitoqualita' e continuita'. Azzalini si e' detto dispiaciutodell'atteggiamento di Patrizia Mirigliani verso la Rai ed hasottolineato che "c'e' stata una catena di problemi, acominciare dal fatto che la location di Montecatini Terme e'stata scelta quando ormai mancavano pochissimi mesi all'evento,c'e' stata comunicata a fine giugno". Il capostruttura dellarete ammiraglia ha poi detto che "la Rai e' un'azienda seria,pubblica, e non puo' spendere soldi senza sapere dove vanno afinire. La Rai non e' un supermercato come quelli sotto casa... In due mesi abbiamo fatto tutto". Azzalini ha aggiunto che"la Rai ha un rapporto affettuoso con Miss Italia, e l'aziendaaveva la certezza che se non fosse stata fatta l'edizione del2011 il concorso non sarebbe andato piu' avanti. Abbiamomantenuto viva la tradizione di Miss Italia". Qualche errore dicontenuto editoriale il capostruttura di Raiuno lo hariconosciuto, pero' adesso - stante la convenzione con la Mirene il Comune di Montecatini Terme - "abbiamo un anno perpensarci. Di certo qui e' stato fatto un grande lavoro di cuisiamo orgogliosi sia per i risultati che per quello che abbiamodimostrato". Infine "la Rai non e' mai stata assente, l'aziendanon mi ha mai mosso alcun appunto a proposito di assenze nellavoro di organizzazione", riferendosi cosi' al fatto che ierila Mirigliani aveva parlato di un capostruttura impegnato inriunioni per il prossimo Festival di Sanremo anziche' lavorarealle finali di Miss Italia. (AGI)Vic/Dib