MEETING: L'ESISTENZA DIVENTA UN'IMMENSA CERTEZZA, TEMA DEL 2011

(AGI) - Rimini, 28 ago. - Il XXXI Meeting per l'amicizia fra ipopoli si chiude come segno tangibile e documentazione dellasfida che il Santo Padre ha lanciato: "Testimoniate nel nostrotempo che le grandi cose a cui anela il cuore umano si trovanoin Dio". Il titolo "Quella natura che ci spinge a desiderarecose grandi e' il cuore" e' diventata ipotesi reale per tuttidi confronto su ogni questione: ipotesi per i 3193 volontariprovenienti da tutta Italia e da oltre 20 paesi stranieri, cheanche quest'anno, come ormai si ripete da oltre 30 anni, hannoofferto

(AGI) - Rimini, 28 ago. - Il XXXI Meeting per l'amicizia fra ipopoli si chiude come segno tangibile e documentazione dellasfida che il Santo Padre ha lanciato: "Testimoniate nel nostrotempo che le grandi cose a cui anela il cuore umano si trovanoin Dio". Il titolo "Quella natura che ci spinge a desiderarecose grandi e' il cuore" e' diventata ipotesi reale per tuttidi confronto su ogni questione: ipotesi per i 3193 volontariprovenienti da tutta Italia e da oltre 20 paesi stranieri, cheanche quest'anno, come ormai si ripete da oltre 30 anni, hannoofferto il loro lavoro per la costruzione di un'opera in cuil'ideale si e' incarnato; un'ipotesi di sguardo per le quasi800.000 presenze, 29 le nazionalita' presenti, che si sonoconfrontate con oltre 130 incontri, 8 mostre, 35 spettacoli."Tantissimi ospiti, di ogni fede, cultura, provenienza; e'stato sorprendente vedere come per tutti il tema del Meetingsia stato il contenuto prevalente dei loro interventi; nonabbiamo ascoltato voli pindarici o teorie astratte, ma unareale lettura della propria esperienza alla luce del titolo",dichiara il presidente del Meeting Emilia Guarnieri. Il presidente d'Irlanda McAleese, una grande testimonianzapersonale, il ministro Frattini a confronto con leader di paesiin cui la liberta' religiosa viene regolarmente limitata, ilpresidente Barroso, la figura piu' rappresentativa dell'UnioneEuropea, hanno sottolineato la vocazione internazionale delMeeting. Nella settimana riminese si e' discusso dell'uomo edel suo desiderio infinito: il cristianesimo, come ha dettoStefano Alberto nel suo intervento, e' una risposta "tantoimpossibile a immaginarsi prima che accadesse come avvenimentostorico, quanto supremamente conveniente nel suo libero etotalmente gratuito manifestarsi", e che risponde alle sfidedella modernita' perche', come recita l'intervento delcardinale Scola "il desiderio integrale dell'uomo, cioe' il suocuore, incontra piena soddisfazione". E ancora il grande avvenimento che e' stato l'abbraccio trail cardinale Erdo e il metropolita Filaret, forse il piu'importante incontro ecumenico degli ultimi anni. Come accadetipicamente al Meeting uomini e culture diverse si incontrano:la presentazione de "Il Senso Religioso" di don Giussani incinese, l'incontro tra il monaco buddista Habukawa, ilcardinale Tauran e l'imam Oubrou, il dialogo tra il giuristaebreo Weiler e Giuliano Amato, sono stati momenti in cui si e'scoperto come il cuore dell'uomo e' il punto di inizio deldialogo e come la religione puo' essere fattore di pace e nondi violenza. (AGI) Red (Segue)