Iss, con aiuto esperti e-cig aiuta a lasciare il fumo

(AGI) - Torino, 14 nov. - Un fumatore su due puo' abbandonarel'uso della sigaretta tradizionale con una significativariduzione del danno respiratorio grazie a un uso guidato dellasigaretta elettronica. E' la conclusione a cui sono giunti iricercatori dell'Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell'IstitutoSuperiore di Sanita' in collaborazione con il Centro Antifumodell'Ospedale San Giovanni Bosco ASL TO 2 di Torino. Lo studioha riguardato 34 fumatori, 18 uomini e 16 donne, di eta' mediadi 40 anni, che consumavano circa 20 sigarette al giorno daalmeno vent'anni. I partecipanti venivano visitatiesaustivamente e veniva misurato il

(AGI) - Torino, 14 nov. - Un fumatore su due puo' abbandonarel'uso della sigaretta tradizionale con una significativariduzione del danno respiratorio grazie a un uso guidato dellasigaretta elettronica. E' la conclusione a cui sono giunti iricercatori dell'Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell'IstitutoSuperiore di Sanita' in collaborazione con il Centro Antifumodell'Ospedale San Giovanni Bosco ASL TO 2 di Torino. Lo studioha riguardato 34 fumatori, 18 uomini e 16 donne, di eta' mediadi 40 anni, che consumavano circa 20 sigarette al giorno daalmeno vent'anni. I partecipanti venivano visitatiesaustivamente e veniva misurato il monossido di carbonionell'espirato quale marcatore dell'assorbimento dei prodotti dicombustione della sigaretta. A tutti e' stato proposto l'usodella sigaretta elettronica in sostituzione delle normalisigarette. L'equipe sanitaria forniva ai partecipanti un kitcompleto con il device elettronico, i caricabatterie perricaricare il device e una serie di liquidi contenentinicotina, scelti dal fumatore in base alle sue preferenze sugliaromi. I professionisti della salute insegnavano inoltre aifumatori il corretto utilizzo del device, insegnavano cioe'"come si assorbe nicotina dalla sigaretta elettronica" senzaincorrere in crisi astinenziali o iperdosaggi. "Gia' dopo ilprimo mese di studio, il 74 per cento dei partecipantiutilizzava la sola sigaretta elettronica, un 18 per centofumava sia la sigaretta elettronica che una cinque sigarettenormali e solo un 8 per cento dei partecipanti continuava afumare le normali sigarette", ha detto Fabio Beatrice,Direttore Centro Antifumo San Giovanni Bosco di Torino."Chiaramente i fumatori di elettronica e i fumatori mistipresentavano un valore di monossido di carbonio nella espiratosignificativamente piu' basso, raggiungendo i livellicosiddetti normali (0,3-0,5 per cento) presenti nellapopolazione non fumatrice", ha aggiunto. (AGI).