Il 21 giugno si svolge la Settimana mondiale del Pomodoro

21 giugno

La pizza da record, il gelato al pomodoro e una puntata speciale di The Cooking Show

La settimana di Expo Milano 2015 si tinge di rosso: dal 15 al 21 giugno, infatti, sara' celebrata la Settimana mondiale del pomodoro. L'evento s'inserisce in un calendario dedicato alle principali filiere agroalimentari e fa seguito al grande successo, lo scorso 29 maggio, della Festa del latte.
Nella prima giornata, al Conference Centre (Sala 256 A) si e' svolto un workshop a cura del World Processing Tomato Council dal titolo "La Filiera del pomodoro da industria: World scenario and Italian scenario". Ha chiuso i lavori il Sottosegretario di Stato all'Economia Paola De Micheli, Presidente dell'Associazione "Settimana Mondiale del Pomodoro" a Expo Milano 2015, che in occasione della Festa del latte aveva affermato: "La settimana del pomodoro nasce da una serie di incontri vo'lti a studiare uno degli alimenti piu' diffusi la mondo, dal suo valore economico a quello nutrizionale, inclusi gli aspetti sanitari e culinari".

Martedi' 16, tre appuntamenti da mattina a sera

Martedi' 16 giugno, il Padiglione del Qatar ospitera' per tutto il giorno un evento espositivo organizzato in collaborazione con New Holland Agriculture. Dalle 11,00 alle 12,30, fari puntati sull'innovazione: al Conference Centre (sala 256 b) si svolgera' un convegno dal titolo "Il sistema della ricerca e dell'innovazione per il pomodoro da industria a servizio del consumatore", organizzato dall'Universita' Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con la Stazione Sperimentale per l'Industria delle Conserve Alimentari, l'Azienda Sperimentale Vittorio Tadini, l'Azienda Sperimentale Stuard e dall'Universita' degli Studi di Napoli Federico II. Per chiudere la giornata, alle 21,00 al Cluster Bio-mediterraneo si terra' la performance videoteatro e voce narrante a cura della Compagna Quelli di Grock "La mela della discordia. Una cena in-sostenibile", prodotto da Agrofarma.

Mercoledi', focus sulla filiera, giovedi' sul packaging

Mercoledi' 17 giugno la Fab Food Mostra "Cibo dei desideri" dedichera' un visita-percorso al protagonista della settimana, il pomodoro. Dalle 15,00 alle 16,00, il Padiglione Federalimentare Cibus e' Italia proporra' un approfondimento dal titolo "Cultura e tradizione: storia di una filiera", che ripercorrera' la storia dell'industria del pomodoro fino alle innovazioni piu' recenti. Seguira', alle 16,00, un momento di dibattito tra soggetti della filiera, a cura di AIIPA, ANICAV, Cooperative di trasformazione e Rappresentanti degli Agricoltori italiani. Giovedi' 18 giugno, l'attenzione si sposta sul packaging, con eventi a cura delle associazioni di riferimento.

Venerdi' 19 giugno, the Cooking Show in edizione speciale

Venerdi' 19 giugno, la puntata di "The Cooking Show - Il mondo in un piatto", condotta da Lisa Casali ogni giorno alle 15,30 dallo Studio Rai Expo in Expo Centre sara' dedicata alla Settimana del pomodoro. Due chef d'eccezione a confronto (il piacentino Filippo Chiappini Dattilo e il napoletano Agostino Iacobucci) si cimenteranno infatti nella preparazione di due piatti a base di pomodoro. Ospite dello show la nutrizionista Mara Negrati che spieghera' i benefici del pomodoro sulla salute. La puntata sara' trasmessa su Rai 3 (e in replica su Rai Premium) il 22 giugno alle ore 12.30.

Sabato 20 giugno, degustazione della pizza piu' lunga del mondo sul Decumano

Cuore della settimana sara' sabato 20 giugno, quando si cerchera' di battere il Guinness dei primati realizzando sul Decumano la pizza piu' lunga del mondo. La margherita dei record sara' realizzata sotto gli occhi dei visitatori in 18 ore e con 1,5 tonnellate di mozzarella e 1 tonnellata di pomodoro, sara' lunga 1,5 chilometri e pesante 5 tonnellate. 3mila visitatori potranno anche assaggiarne un pezzo. Infine, il 21 giugno la settimana del Pomodoro si chiudera' al Padiglione del Qatar con la degustazione di un originale gelato al pomodoro realizzato seguendo una ricetta della gastronomia molecolare, con la supervisione del professor Cassi dell'Universita' di Parma.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it