Idrossiclorochina inefficace contro la sindrome di Sjogren

(AGI) - Washington, 16 lug. - I pazienti affetti dalla sindromedi Sjogren primaria non traggono alcun beneficiodall'assunzione di idrossiclorochina, il trattamento piu'frequentemente prescritto per il disturbo. Da uno studiodell'Universita' di Strasburgo (Francia), pubblicato sullarivista Jama, e' emerso che il farmaco non ha prodottomiglioramenti nei sintomi durante le 24 settimane ditrattamento. La sindrome di Sjogren e' una malattiainfiammatoria che puo' colpire molte parti diversedell'organismo, ma nella maggior parte dei casi danneggia leghiandole lacrimali e salivari. Chi ne e' affetto puo' notareirritazione, secchezza o bruciore agli occhi. Sono anchefrequenti la

Idrossiclorochina inefficace contro la sindrome di Sjogren
(AGI) - Washington, 16 lug. - I pazienti affetti dalla sindromedi Sjogren primaria non traggono alcun beneficiodall'assunzione di idrossiclorochina, il trattamento piu'frequentemente prescritto per il disturbo. Da uno studiodell'Universita' di Strasburgo (Francia), pubblicato sullarivista Jama, e' emerso che il farmaco non ha prodottomiglioramenti nei sintomi durante le 24 settimane ditrattamento. La sindrome di Sjogren e' una malattiainfiammatoria che puo' colpire molte parti diversedell'organismo, ma nella maggior parte dei casi danneggia leghiandole lacrimali e salivari. Chi ne e' affetto puo' notareirritazione, secchezza o bruciore agli occhi. Sono anchefrequenti la bocca secca e il gonfiore delle ghiandole intornoal viso e al collo. Nonostante l'ampio uso di idrossiclorochinanella pratica clinica, le prove della sua efficacia sono moltolimitate, secondo i risultati dello studio. Per arrivare aqueste conclusioni i ricercatori hanno coinvolto 120 pazienticon sindrome di Sjogren primaria, divisi causalmente in duegruppi, uno che ha assunto idrossiclorochina e l'altro placeboper 24 settimane. Lo studio e' stato condotto in 15 ospedaliuniversitari in Francia. Ebbene, a 24 settimane non sono statiriscontrati miglioramenti maggiori nel gruppo che ha assuntoidrossiclorochina. L'uso del farmaco non e' stato neancheassociato a un miglioramento in alcuni test di laboratorio,eseguiti per monitorare l'attivita' della sindrome di Sjogren."Nel presente studio, l'idrossiclorochina non ha dimostratol'efficacia per i principali sintomi invalidanti - comesecchezza, dolore e fatica - della sindrome di Sjogren primariarispetto al placebo. Sono necessari ulteriori studi pervalutare i risultati a lungo termine", hanno concluso iricercatori. .