GOVERNO: PALMA, OCCORRE ESECUTIVO CON LA PIU' AMPIA CONDIVISIONE

(AGI) - Roma, 12 nov. - "Occorre un Governo con la piu' ampiacondivisione ed espressione delle varie aree, che sia in gradodi operare per il bene del Paese". E' quanto ha dichiarato ilministro della Giustizia Francesco Nitto Palma che questamattina ha partecipato alla cerimonia del giuramento di 756nuovi agenti della polizia penitenziaria. "Penso - ha aggiunto il guardasigilli - che al di la' delleschermaglie c'e' la necessita' di tutte le forze politiche diessere contenuti e moderati. Se il nuovo Governo sara' dellacondivisione non puo' nascere sulle propaggini di uno scontroche ha

(AGI) - Roma, 12 nov. - "Occorre un Governo con la piu' ampiacondivisione ed espressione delle varie aree, che sia in gradodi operare per il bene del Paese". E' quanto ha dichiarato ilministro della Giustizia Francesco Nitto Palma che questamattina ha partecipato alla cerimonia del giuramento di 756nuovi agenti della polizia penitenziaria. "Penso - ha aggiunto il guardasigilli - che al di la' delleschermaglie c'e' la necessita' di tutte le forze politiche diessere contenuti e moderati. Se il nuovo Governo sara' dellacondivisione non puo' nascere sulle propaggini di uno scontroche ha caratterizzato la politica. Siamo nelle mani delpresidente della Repubblica Napolitano che ha dimostrato diessere una persona di grandissimo livello ed ha dimostrato unasaldezza nei valori costituzionali". "Sono al Ministero della Giustizia - ha concluso ilministro Francesco Nitto Palma - da circa tre mesi e non sonostato oggetto di nessuna polemica o attacco. Leggo sui giornalitalune cose che mi riguardano e polemiche vecchie del tuttodestituite di fondamento. Se questo Paese deve ripartireripartira' sulla condivisione di tutti con moderazione e sensodi responsabilita'. Nessuno pensi che quello che e' accadutonegli ultimi mesi costituisca una vittoria politica. Bisognaabbassare i toni ed evitare pressioni antiche perche' non solonon gioveranno al Paese ma saranno bene interpretate daicittadini italiani che sono stanchi di uno scontro perinteressi di bottega". (AGI)Rmn/Stp