GERMANIA: VIVE FELICE CON DUE UOMINI, A LETTO CON IL CALENDARIO

GERMANIA: VIVE FELICE CON DUE UOMINI, A LETTO CON IL CALENDARIO

Vive felice con due uomini, con i quali fa sesso a giorni alterni, mettendo inconsapevolmente in pratica il titolo della commedia di Eduardo De Filippo "La cantata dei giorni pari e dei giorni dispari". La berlinese Franziska, 26 anni, viveva da undici anni insieme al compagno Dave, dal quale ha avuto tre figli, Sophie (5 anni), Frederic (5) e Johanna (2). All'improvviso, nell'estate del 2008 ha cominciato a scoprire una nuova attrazione fatale per Hinnerk, un amico di gioventu' di Dave, che conobbe insieme al primo compagno. "Ci siamo sempre frequentati parecchio tutti e tre", racconta Franziska alla 'Bild', "poi all'improvviso mi sono accorta che per Hinnerk provavo qualcosa di piu' dell'amicizia. La cosa ha posto qualche problema, ma i sentimenti non sono pianificabili". A quel punto i tre hanno discusso serenamente il problema e Dave non ha posto ostacoli al fatto di dividere la compagna della sua vita con il suo migliore amico, poiche' "per me e Franziska e' assolutamente concepibile un modello di vita a tre", con il risultato di inventare quello che adesso chiamano "Polyamory". A passare qualche notte insonne e' stato invece il nuovo arrivato nel "menage a' trois", anche se Hinnerk spiega che "dopo aver parlato di tutto con Dave, mi sono convinto che stavo facendo la cosa giusta. Fin dall'inizio mi sono reso conto che la mia scelta non riguardava solo Franziska, ma l'intera famiglia". Il risultato pratico della convivenza a tre e' che tre mesi fa e' venuto alla luce Emil, il figlio di Hinnerk e Franziska, che insieme ai tre fratellini ed ai tre genitori vive in un appartamento di 100mq. Per evitare problemi di gelosia, Franziska ha pianificato con prussiana metodicita' la sua permanenza nel letto dell'uno o dell'altro compagno. "Nei giorni pari dormo con Hinnerk", spiega, "in quelli dispari con Dave, anche se ognuno di noi ha la propria stanza, poiche' anche a me piace ogni tanto starmene sola nel letto". Anche gli aspetti pratici della vita quotidiana sono regolamentati in ogni dettaglio, con una cassa comune per le spese della famiglia, l'esatta ripartizione delle mansioni domestiche, i turni per andare a portare e riprendere i bambini all'asilo nido e per andare a fare la spesa al supermercato. Per i quattro figli il padre e' di fatto non tanto quello genetico, quanto quello dei due uomini che al momento si occupa di loro, mentre l'unico timore di Franziska e' che tutta questa singolare armonia familiare possa andare un giorno in frantumi, poiche' "per noi crollerebbe il mondo se uno dei due legami si rompesse".

Ottobre 2010



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it