Germania. Loew, vincere non e' mai facile

(AGI) - Rio de Janeiro, 3 lug. - Che la stampa e la criticadicano pure quello che vogliono, la Germania va avanti per lasua strada. Joachim Loew sa che la gara con l'Algeria, risoltasolo ai supplementari, non e' piaciuta in patria e intorno allaMannschaft aleggia un certo pessimismo in vista del quarto difinale con la Francia. Ma il ct tedesco, da tecnico navigato,fa spallucce e guarda avanti. "Non ho letto quello che si dice- commenta alla vigilia della sfida del Maracana' - Sentiamo lapressione ma abbiamo vinto tre partite e ne abbiamo

(AGI) - Rio de Janeiro, 3 lug. - Che la stampa e la criticadicano pure quello che vogliono, la Germania va avanti per lasua strada. Joachim Loew sa che la gara con l'Algeria, risoltasolo ai supplementari, non e' piaciuta in patria e intorno allaMannschaft aleggia un certo pessimismo in vista del quarto difinale con la Francia. Ma il ct tedesco, da tecnico navigato,fa spallucce e guarda avanti. "Non ho letto quello che si dice- commenta alla vigilia della sfida del Maracana' - Sentiamo lapressione ma abbiamo vinto tre partite e ne abbiamo pareggiatauna. Non abbiamo giocato bene con l'Algeria ma noi siamo iprimi critici di noi stessi. Fino ad ora abbiamo giocato pero'davanti a squadre che non avevano niente da perdere, adesso,pero', ci troviamo davanti nazionali che come noi devonovincere. E in un Mondiale vincere non e' mai facile". Perquanto riguarda la Francia, Loew riconosce che "e' una grandesquadra e credo che domani si affronteranno due formazionimolto simili, dovremo dare il meglio di noi stessi pervincere". Nessun allarme influenza e tutti a disposizione. "Unterzo dei nostri giocatori ha avuto dei problemi a causadell'umidita', dell'aria condizionata ma tutti sono in grado digiocare, compresi Khedira e Schweinsteiger", rassicura tuttiLoew, che conferma anche il pieno recupero di Hummels mentresulla questione Lahm, che in Germania vorrebbero rivedere neipanni originali di terzino destro, chiarisce: "non e'importante sapere se giochera' sulla fascia o in mezzo alcampo, non e' questo il luogo per discuterne. Le decisioni cheprendiamo non sono eterne e siamo aperti a tutte lepossibilita' che riteniamo siano le migliori per la squadra".Il tecnico tedesco si e' anche difeso sul fatto che Neuer,spesso e volentieri, e' costretto a giocare lontano dai pali."Una squadra come la nostra sta spesso nella meta' campoavversaria e questo obbliga il nostro portiere a giocare moltofuori dall'area, perche' intervenga in caso di contropiede". ALoew, infine, viene chiesto un parere sulle polemiche legatealle troppe lacrime versate dai calciatori brasiliani. "La miaesperienza mi dice che i giocatori che hanno giocato a questolivello sono abituati a queste partite e a queste pressioni -il suo pensiero - Bisogna vincere partita per partita e noncredo che il Brasile avverta una pressione insopportabile per isuoi calciatori". .