Farmaci: Italia scelta come capofila mondiale strategie vaccinali

(AGI) - Washington, 29 set. - L'Italia guidera' nei prossimicinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. E'quanto deciso al Global Health Security Agenda (GHSA) che si e'svolto venerdi' scorso alla Casa Bianca. Il nostro Paese,rappresentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin,accompagnata dal Presidente dell'Agenzia Italiana del Farmaco(AIFA) Sergio Pecorelli, ha ricevuto l'incarico dal Summit di40 Paesi cui e' intervenuto anche il Presidente USA BarackObama. "E' un importante riconoscimento scientifico e culturaleall'Italia, soprattutto in questo momento in cui stannocrescendo atteggiamenti ostili contro i vaccini - ha dichiaratoPecorelli

(AGI) - Washington, 29 set. - L'Italia guidera' nei prossimicinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. E'quanto deciso al Global Health Security Agenda (GHSA) che si e'svolto venerdi' scorso alla Casa Bianca. Il nostro Paese,rappresentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin,accompagnata dal Presidente dell'Agenzia Italiana del Farmaco(AIFA) Sergio Pecorelli, ha ricevuto l'incarico dal Summit di40 Paesi cui e' intervenuto anche il Presidente USA BarackObama. "E' un importante riconoscimento scientifico e culturaleall'Italia, soprattutto in questo momento in cui stannocrescendo atteggiamenti ostili contro i vaccini - ha dichiaratoPecorelli -. Dobbiamo intensificare le campagne informative inEuropa, dove sono in crescita fenomeni anti vaccinazioni. Sitratta di un'operazione che l'Italia intende condurre con ilcoinvolgimento attivo di tutti gli attori, incluse leUniversita'. Per prevenire la diffusione di malattie da tempoeradicate nei paesi occidentali e che, oltre all'impattodrammatico che hanno su decessi e patologie evitabili,impongono costi rilevanti ai sistemi sanitari". "Sul tema dellasalute dobbiamo rafforzare la cooperazione internazionale - haaffermato Lorenzin -. Il tema dei vaccini sara' una dellepriorita' durante il semestre italiano di Presidenza Europea.Il nostro Paese si trova al centro dell'area mediterranea e lemolte crisi internazionali hanno portato a nuovi imponentiflussi migratori. E' necessario rafforzare i controlli neiconfronti di malattie endemiche riemergenti come polio,tubercolosi, meningite o morbillo. Se vogliamo evitare ilcollasso dei sistemi sanitari del Vecchio Continente dobbiamorafforzare i processi di vaccinazione verso tutte le personeche vivono in Europa. L'Italia, attraverso l'operazione MareNostrum, ha svolto oltre 80.000 controlli sanitari negli ultimimesi. Abbiamo gia' sufficiente esperienza per coordinarecampagne di prevenzione contro nuove possibili epidemie". "Mal'impegno dell'Italia per questa campagna - ha proseguitoPecorelli - a favore della vaccinazioni si realizzera' anchecon il coinvolgimento degli atenei, partendo da importantiesperienze gia' maturate con il progetto Salute 10+, promossoda Healthy Foundation in due Regioni, Lombardia e Veneto.Iniziativa che ora si estendera' in altre 7 Regioni, andandonelle scuole medie a parlare ai ragazzi (e ai docenti) dicorretti stili di vita e vaccinazioni. Il progetto sara'presentato il 3 novembre a Roma, nel corso dell'incontro sullepolitiche vaccinali promosso da Ministero Salute e AIFAnell'ambito degli eventi del semestre di presidenza italiana".(AGI) .