Farmaci: antibiotici, messo a punto test sangue per ridurre uso

(AGI) - Washington, 19 mar. - Un nuovo e rapido test del sanguepotrebbe aiutare ad evitare di assumere antibiotici quando nonserve. Una societa' israeliana, Medmed, ha messo a punto ilnuovo esame in grado di determinare se un paziente e' affettoda un'infezione batterica o virale acuta. Si chiama ImmunoXperted' e' stato testato su oltre 300 pazienti. I risultati sonostati pubblicati su Plos One. Le infezioni batteriche e viralisono spesso clinicamente indistinguibili, e per questo possonoportare a un uso eccessivo di antibiotici, contribuendo alladiffusione della resistenza a questi farmaci. A differenzadella maggior

(AGI) - Washington, 19 mar. - Un nuovo e rapido test del sanguepotrebbe aiutare ad evitare di assumere antibiotici quando nonserve. Una societa' israeliana, Medmed, ha messo a punto ilnuovo esame in grado di determinare se un paziente e' affettoda un'infezione batterica o virale acuta. Si chiama ImmunoXperted' e' stato testato su oltre 300 pazienti. I risultati sonostati pubblicati su Plos One. Le infezioni batteriche e viralisono spesso clinicamente indistinguibili, e per questo possonoportare a un uso eccessivo di antibiotici, contribuendo alladiffusione della resistenza a questi farmaci. A differenzadella maggior parte dei test attualmente disponibili, che sibasano sulla rilevazione diretta degli agenti patogeni e cherichiedono diversi giorni, il nuovo t decodifica la rispostaimmunitaria del corpo per caratterizzare con precisione lacausa dell'infezione. Il nuovo test, infatti, sfrutta il fattoche i batteri e virus attivano diverse vie del sistemaimmunitario. I ricercatori hanno identificato in particolaretre proteine â â solubili che vengono attivate â â in mododiverso da batteri o virus. Hanno poi sviluppato algoritmi cheproducono una "firma immunitaria", che identifica conprecisione la causa dell'infezione. "Questo studio rappresentaun importante passo avanti nei nostri sforzi per svilupparestrumenti diagnostici piu' accurati e rapidi che migliorino lagestione dei pazienti con infezioni acute", ha detto IsaacSrugo del Lab Bnai Zion Medical Center, che ha contribuito allasperimentazione. Attualmente e' ancora in fase di test, ma iricercatori stanno lavorando per creare un dispositivoportatile. "Il test e' accurato e puo' stabilire per la maggiorparte dei pazienti se l'infezione e' stata causata da unbatterio o un virus nel giro di due ore", ha detto Eran Eden diMemed. "Non e' perfetto e non sostituisce il giudizio di unmedico, ma e' meglio di molti dei test di routine utilizzatioggi", ha aggiunto. .