Falsa Mozzarella DOP: in manette chi froda i consumatori

Eseguiti questa mattina nel Casertano quattro ordini di custodia cautelare per due imprenditori e due veterinari. Plauso di CODICI agli uomini del Corpo forestale e alla procura

Associazione a delinquere, commercio di sostanze pericolose per la salute pubblica e l'alimentazione. Sono questi i reati di cui sono accusate quattro persone: Paolo e Pasquale Marrandino, titolari dell'omonima azienda di allevamento di bufale e produzione di mozzarelle nella provincia di Caserta, e due veterinari, Andrea e Carmine Russo.

Le ordinanze di custodia cautelare firmate dal Gip della procura di Santa Maria Capua Vetere sono state eseguite questa mattina all'alba. A operare l'arresto, gli uomini del Nucleo Agroalimentare del Corpo Forestale.

"Vivo apprezzamento da parte della nostra associazione - afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI - va al Comando provinciale di Caserta del Corpo forestale dello Stato e alla Procura della Repubblica sammaritana che insieme hanno condotto quest'indagine durata ben due anni. I prodotti a marchio DOP e in generale tutti gli alimenti devono essere sotto la continua stretta sorveglianza delle autorita' perche' vengano sempre tutelati i diritti e la salute dei consumatori".

CODICI compie con impegno costante un'opera di informazione sulle regole che i consumatori dovrebbero conoscere sui prodotti alimentari. Il 13 dicembre prossimo entrera' in vigore la nuova etichettatura secondo le recenti normative europee. Alle novita' e a tutto cio' che c'e' da sapere sul tema abbiamo dedicato una serie di video interviste da seguire sul sito della web tv www.spazioconsumatori.tv.

CODICI invita tutti i consumatori a contattare l'Associazione per qualsiasi informazione, segnalazione o denuncia di eventuali irregolarita', all'indirizzo mail segreteria.sportello@codici.org.

5 dicembre 2014