Emicrania: nuova classe di farmaci attira attenzione esperti

(AGI) - Washington, 17 giu. - Una nuova classe di farmacicontro l'emicrania sporadica e cronica sta attirandol'attenzione dei medici che si occupano di questa malattia eche si sono riuniti al convegno annuale della America HeadacheSociety a Washington. Ad attirare l'attenzione dei medici cisarebbero dei nuovi farmaci che promettono anche di prevenirelo sviluppo dell'emicrania. Si tratta di farmaci chiamati'calcitonina gene related peptide (CGRP)', un tipo di anticorpimonoclonali, che stanno mostrando risultati promettenti neltrattamento dell'emicrania episodica ad alta frequenza eemicrania cronica. "Questo sviluppo e' un momento ditrasformazione nel trattamento dell'emicrania,", ha

(AGI) - Washington, 17 giu. - Una nuova classe di farmacicontro l'emicrania sporadica e cronica sta attirandol'attenzione dei medici che si occupano di questa malattia eche si sono riuniti al convegno annuale della America HeadacheSociety a Washington. Ad attirare l'attenzione dei medici cisarebbero dei nuovi farmaci che promettono anche di prevenirelo sviluppo dell'emicrania. Si tratta di farmaci chiamati'calcitonina gene related peptide (CGRP)', un tipo di anticorpimonoclonali, che stanno mostrando risultati promettenti neltrattamento dell'emicrania episodica ad alta frequenza eemicrania cronica. "Questo sviluppo e' un momento ditrasformazione nel trattamento dell'emicrania,", ha detto PeterJ. Goadsby, presidente del programma scientifico del convegnoscientifico annuale della American Headache Society. Goadbsy e'Capo del UCSF Centro Cefalee, e uno dei maggiori esperti ditrattamento mal di testa del mondo. "Non c'e' dubbio cheabbiamo bisogno di qualcosa di meglio", ha detto. "In effetti,per la prevenzione abbiamo davvero bisogno di qualcosaprogettato specificamente per l'emicrania", ha detto. "Fino adora, i pazienti con emicrania hanno avuto poca scelta per iltrattamento preventivo. Adesso quattro aziende farmaceutichestanno mostrando risultati positivi su nuove molecole che sonoin fase di sperimentazione attiva''.(AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it