Ebola: un supercomuter aiutera' a sviluppare i vaccini

(AGI) - Roma, 10 set. - La necessita' di sviluppare in tempirapidi dei farmaci mirati a contrastare l'epidemia di Ebolaoccorre avere a dispozione tempestive risorse in termini diconoscienza e di calcolo. Per questa ragione il La JollaInstitute for Allergy and Immunology (La Jolla Institute)insieme al San Diego Supercomputer Center (SDSC) dellaUniversity of California, San Diego hanno deciso di mettere adisposzione della comunita' internazionale dei ricercatori leloro strutture per produrre ad alta velocita' dati di analisicirca le strutture molecolari degli anticorpi e delle proteineprelevate da campioni umani colpiti dla virus in

(AGI) - Roma, 10 set. - La necessita' di sviluppare in tempirapidi dei farmaci mirati a contrastare l'epidemia di Ebolaoccorre avere a dispozione tempestive risorse in termini diconoscienza e di calcolo. Per questa ragione il La JollaInstitute for Allergy and Immunology (La Jolla Institute)insieme al San Diego Supercomputer Center (SDSC) dellaUniversity of California, San Diego hanno deciso di mettere adisposzione della comunita' internazionale dei ricercatori leloro strutture per produrre ad alta velocita' dati di analisicirca le strutture molecolari degli anticorpi e delle proteineprelevate da campioni umani colpiti dla virus in Africa. Alprogetto collabora anche una struttura di ricerca a Singapore."Questi risultati sono la prima rata di una serie di analisi,il cui obiettivo finale e' quello di fornire una panoramicacompleta dei bersagli molecolari delle risposte immunitarie aivirus Ebola", ha detto Julia Ponomarenko, un ricercatore seniorpresso SDSC."Chiaramente, la ricerca relativa allo sviluppo diterapie e di un vaccino contro EVD e' un urgente bisogno, comei vaccini ben progettati non esistono in questo momento; lanostra analisi ha lo scopo di assistere le comunita' clinica escientifica nella valutazione multipla di risultati dilaboratorio con l'intento esplicito di migliorare bersagliterapeutici o nuovo sviluppo di vaccini", ha dichiaratoAlessandro Sette della Divisione di Vaccine Discovery, La JollaInstitute for Allergy and Immunology, IEDB PI. .