Cuore: solo un italiano su due conosce la stenosi aortica

(AGI) - Milano, 18 nov. - Non bisogna preoccuparsene piu' ditanto". "E' pericolosa si', ma ci sono malattie piu' letalicome il tumore al polmone, l'insufficienza renale ol'alzheimer". "Non la conosco, e' causata dall'ostruzione diun'arteria?". Quando si parla di malattie delle valvolecardiache e in particolare di stenosi aortica le idee sonoconfuse. A sfatare alcuni falsi miti che circolano su questemalattie e' una ricerca condotta dall'istituto di ricercabritannico Opinion Matters, su incarico di EdwardsLifesciences, disegnata per valutare la conoscenza e lacomprensione delle malattie delle valvole cardiache su uncampione rappresentativo di 8.926

(AGI) - Milano, 18 nov. - Non bisogna preoccuparsene piu' ditanto". "E' pericolosa si', ma ci sono malattie piu' letalicome il tumore al polmone, l'insufficienza renale ol'alzheimer". "Non la conosco, e' causata dall'ostruzione diun'arteria?". Quando si parla di malattie delle valvolecardiache e in particolare di stenosi aortica le idee sonoconfuse. A sfatare alcuni falsi miti che circolano su questemalattie e' una ricerca condotta dall'istituto di ricercabritannico Opinion Matters, su incarico di EdwardsLifesciences, disegnata per valutare la conoscenza e lacomprensione delle malattie delle valvole cardiache su uncampione rappresentativo di 8.926 persone over 60 provenientida 10 paesi europei, 1.000 dall'Italia. I risultati dimostranoquanto poco si sappia e soprattutto quanto queste malattiesiano sottovalutate. Scendendo nel dettaglio, e' emerso che inEuropa meno del 3% delle persone e' preoccupata per le malattiedelle valvole cardiache; i tumori (28%) e il morbo di alzheimer(20%) spaventano di piu'. Lo stesso vale per gli italiani,anche se emerge una maggior preoccupazione per le malattiedelle valvole cardiache (3,6%) rispetto al resto deglieuropei.In quanto a conoscenza della stenosi aortica gliitaliani dimostrano di saperne un poco di piu': solo 2 europeisu 5, il 38,6%, sanno cosa sia esattamente la malattia, mentrein Italia una persona su 2 e' a conoscenza del fatto che lastenosi aortica sia un restringimento della valvola aortica. "I risultati dell'indagine dimostrano che, nonostante lagravita', la stenosi aortica sia una malattia poco conosciuta eper lo piu' sottovalutata", commenta Roberto Di Bartolomeo,direttore Cardiochirurgia, Policlinico S. Orsola-Malpighi,Bologna. "In Europa, Italia inclusa, le persone sembranoignorare la serieta' di questa malattia, potenzialmente piu'letale di molti tumori. E' indispensabile far chiarezza sullanatura della stenosi aortica: e' un restringimento provocato dadepositi di calcio a livello della valvola del cuore che regolala quantita' di sangue che fluisce dal ventricolo sinistroall'aorta e da li' raggiunge i vari organi del corpo umano. E'la malattia delle valvole piu' frequente oltre i 75 anni ed e'potenzialmente mortale, soprattutto nella sua forma piu' grave"continua Di Bartolomeo. "Secondo le stime piu' recenti, il 4,6%della popolazione oltre i 75 anni, quasi 300mila persone inItalia, soffre di stenosi aortica severa, un quinto delle quali- tra le 50.000 e le 60.000 - e' colpita dalla forma definitagrave e sintomatica, destinata in un caso su due a prognosiinfausta nel giro di un paio di anni, se non si intervieneprontamente. Purtroppo oltre a essere sottovalutata e' spessonon trattata con appropriatezza, se si considera ad esempio checirca il 30% di questi malati non sono inviati alle cure piu'adeguate e non sempre quelli che vengono curati lo sono secondoi dettami delle linee guida internazionali", conclude. .