BANCHE: PARMIGIANO COME GARANZIA IN QUATTRO ISTITUTI EMILIANI

BANCHE: PARMIGIANO COME GARANZIA IN QUATTRO ISTITUTI EMILIANI

Altro che terreni e pietre preziose, presso alcune banche emiliane per assicurarsi un prestito basta portare come garanzia delle forme di parmigiano. Una pratica che  risale agli anni '50 ed e' ancora adottata da quattro istituti di credito della regione, uno dei quali, Credito Emiliano, detiene ben 400mila forme di formaggio. Una forma di parmigiano del peso di 40 chili vale 300 euro e impiega due anni per essere  stagionata. "Ma durante questi due anni, i produttori devono coprire una serie di costi e continuare a pagare i fornitori, e, per garantire loro i fondi necessari, le banche di quest'area hanno diversificato le loro scorte allargandole al parmigiano" ha  spiegato William Bizzarri, responsabile delle riserve casearie di Credito Emiliano. Delle 400mila forme nei caveu dell'istituto, il 65% costituisce garanzie per i crediti e, in caso di insolvenza, possono essere vendute, consentendo di recuperare le  perdite. Ma cosa succede se il prezzo del parmigiano scende? "Chiediamo al produttore di mettere la differenza - spiega Bizzarri - in denaro o in formaggio".

Agosto 2009



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it