Autismo: messa a punto scala che rileva segni da 0 a 4 anni

(AGI) - Roma, 10 mar. - Una scala per monitorare i progressidelle terapie utilizzate con i bambini autistici fin dallaprimissima infanzia, per trasmettere e condividere i risultaticon altri professionisti, valutare la qualita'dell'attaccamento di questi alle figure di riferimento eottenere la "storia" di ogni genitore/accompagnatore. Non e'fantascienza, esiste davvero e l'ha inventata Stella Acquarone,direttrice del Parent Infant Clinic e della School of InfantMental Health di Londra. Si chiama Pre-autistic Behaviour Scalee sara' presentata per la prima volta in Italia nel corso delladue giorni sull'autismo promossa a Roma dall'Istituto diOrtofonologia (IdO)

(AGI) - Roma, 10 mar. - Una scala per monitorare i progressidelle terapie utilizzate con i bambini autistici fin dallaprimissima infanzia, per trasmettere e condividere i risultaticon altri professionisti, valutare la qualita'dell'attaccamento di questi alle figure di riferimento eottenere la "storia" di ogni genitore/accompagnatore. Non e'fantascienza, esiste davvero e l'ha inventata Stella Acquarone,direttrice del Parent Infant Clinic e della School of InfantMental Health di Londra. Si chiama Pre-autistic Behaviour Scalee sara' presentata per la prima volta in Italia nel corso delladue giorni sull'autismo promossa a Roma dall'Istituto diOrtofonologia (IdO) il 21 e 22 marzo, nell'Aula magnadell'Istituto comprensivo Regina Elena. La scala vienesomministrata per rilevare i segni dell'autismo nei bambini dai0 ai 4 anni e valutare gli interventi precoci messi in atto.Acquarone mostrera' anche dei video relativi ai casi clinici (a6 mesi di eta', a 18 mesi e a 24 mesi) prima e dopol'intervento precoce. L'evento, intitolato "Pre-autisticbehaviour scale: osservazione e valutazione degli interventiprecoci", dara' la possibilita' alla psicoterapeuta aorientamento psicoanalitico per l'infanzia e l'eta' adulta didelineare ai partecipanti quali sono i segni precocidell'autismo, il funzionamento della scala e il suo utilizzo,"al fine di rilevare i primi segnali del comportamentoautistico - ha precisato Magda Di Renzo, responsabile delservizio Terapie dell'IdO - e valutare i progressi neltrattamento. L'intervento si concludera' con l'analisi delletabelle di sintesi e dei grafici utilizzati nella Scala permostrare i progressi nel trattamento".