Autismo: convegno a Siena, medicina di base aiuta diagnosi precoce

(AGI) - Siena, 16 ott. - La diagnosi precoce permette diriconoscere meglio l'autismo, una malattia della quale non siconoscono ancora le cause. E' quanto emerge dal convegnointernazionale sull'autismo che si e' svolto a Rocca Salimbenisede di Banca Mps, organizzato dall'unita' operativa dineuropsichiatria di Siena, considerata il punto di riferimentonazionale per la cura dell'autismo. Una struttura che nel 2015 ha seguito 500 casi. Secondo Roberto Cassitano che haorganizzato l'incontro al quale partecipano i maggiori espertidel settore italiani, europei ed americani "l'aumento dellaconoscenza di questa patologia e i metodi di screeningutilizzati hanno

(AGI) - Siena, 16 ott. - La diagnosi precoce permette diriconoscere meglio l'autismo, una malattia della quale non siconoscono ancora le cause. E' quanto emerge dal convegnointernazionale sull'autismo che si e' svolto a Rocca Salimbenisede di Banca Mps, organizzato dall'unita' operativa dineuropsichiatria di Siena, considerata il punto di riferimentonazionale per la cura dell'autismo. Una struttura che nel 2015 ha seguito 500 casi. Secondo Roberto Cassitano che haorganizzato l'incontro al quale partecipano i maggiori espertidel settore italiani, europei ed americani "l'aumento dellaconoscenza di questa patologia e i metodi di screeningutilizzati hanno permesso di fare diagnosi in eta' piu'precoce. L'autismo di manifesta di solito tra il secondo e ilterzo anno di vita: riusciamo a capire la presenza di questamalattia grazie al lavoro della medicina di base e iniziarequindi un percorso diagnostico e terapeutico specifico". Cassitano precisa che riguardo la malattia "ci sono molto studiutili per capire la sua complessita' quindi la difficolta' nelapprontare nuove terapie. Allo stesso tempo e' molto importantedire che ci sono consolidati approcci terapeutico -riabilitativi molto utili che attualmente costituiscono la baseper l'intervento terapeutico. La terapia farmacologica -aggiunge il medico - puo' aiutare alcune componentisintomatiche del disturbo ma nell'insieme ci deve essere unprogramma che prevede diverse modalita' di intervento.