Argentina-Svizzera 1-0, Di Maria all'ultimo respiro

(AGI) - Roma, 1 lug. - L'Argentina deve arrivare alla fine deisupplementari per avere la meglio di un'ottima Svizzera e siqualifica, con una rete di Di Maria su assist di Messi a dueminuti dal termine, tra le prime otto del Mondiale. Sorretta dauno stadio completamente colorato di biancoceleste, l'Argentinaprende subito in mano le redini del gioco con la Svizzerarintanata nella propria meta' campo, ma il possesso di pallasudamericano non trova sbocco. Con il passare dei minuti pero',cresce anche la consapevolezza elvetica che si concretizza al25' con una splendida azione di Shaqiri

(AGI) - Roma, 1 lug. - L'Argentina deve arrivare alla fine deisupplementari per avere la meglio di un'ottima Svizzera e siqualifica, con una rete di Di Maria su assist di Messi a dueminuti dal termine, tra le prime otto del Mondiale. Sorretta dauno stadio completamente colorato di biancoceleste, l'Argentinaprende subito in mano le redini del gioco con la Svizzerarintanata nella propria meta' campo, ma il possesso di pallasudamericano non trova sbocco. Con il passare dei minuti pero',cresce anche la consapevolezza elvetica che si concretizza al25' con una splendida azione di Shaqiri che dribbla un paio diavversari in area di rigore per poi servire Xhaka, la cuiconclusione viene murata da un grande Romero. Immediata lareazione dell'Argentina, con Lavezzi e Garay, ma nel finale ditempo e' Shaqiri, sicuramente il migliore in campo, che lanciaDrmic a tu per tu con Romero, ma l'attaccante svizzero invecedi un tiro rasoterra opta per un cucchiaio che il portiereargentino blocca con sicurezza. Nella ripresa e' l'Argentinache spinge con piu' decisione sull'asse Messi-Di Maria, mal'ottima manovra trova qualche difetto in fase di conclusione.Ci prova con una grande girata di Higuain, ma Benaglio e'attento e alza in corner, poi anche Messi, bravo a coordinarsiin un fazzoletto, ma il suo tiro a rete non si abbassaabbastanza. Una chance anche per Palacio, entrato al posto diLavezzi, ma il suo colpo di testa finisce fuori. Quello argentino diventa un assedio e con Messi gli uominidi Sabella sfiorano di nuovo la rete evitata da una grandeparata di Benaglio. Allo scadere la Pulce prova allora a faretutto da solo, lasciando sul posto quattro avversari e passandoa Palacio sotto porta, ma l'interista viene contrastato almomento del tiro. Si arriva cosi' ai tempi supplementari, dovepero', almeno nel primo tempo, l'Argentina paga il forcingdegli ultimi 45 minuti regolamentari. Gli ultimi quindiciminuti di gioco vedono un grande Di Maria prendersi sullespalle la sua squadra con una serie di bellissime giocate econclusioni, ma Benaglio e la sua difesa sono una vera diga. Adue minuti dalla lotteria dei calci di rigori pero', Palacioruba palla a centrocampo e la offre a Messi, il quale allargaper Di Maria che non sbaglia. A tempo scaduto la Svizzerapotrebbe miracolosamente pareggiare, ma Dzemaili prende ilpalo, sulla ribattuta a porta vuota pero' sempre Dzemailisbaglia clamorosamente. Palla del 2 a 0 ancora per Di Maria conBenaglio fuori dalla porta, ma la palla esce di un soffio e nelfinale si infrange sulla barriera la punizione dal limite diShaqiri. (AGI).