Alzheimer: esercizio fisico dimezza rischio demenza

(AGI) - Washington, 14 lug. - Basta un'ora di esercizio fisicoalla settimana per dimezzare il rischio di sviluppare il morbod'Alzheimer. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dellaCambridge University in uno studio che ha portato allaclassificazione dei sette fattori di rischio che riguardano lostile di vita che aumentano le probabilita' di sviluppare lademenza. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista LancetNeurology, un caso di demenza su 3 potrebbe essere evitato sesi aumentano i livelli di attivita' fisica e se si riduce ilfumo, e se si prendono provvedimenti contro problemi di salutecome

Alzheimer: esercizio fisico dimezza rischio demenza
(AGI) - Washington, 14 lug. - Basta un'ora di esercizio fisicoalla settimana per dimezzare il rischio di sviluppare il morbod'Alzheimer. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dellaCambridge University in uno studio che ha portato allaclassificazione dei sette fattori di rischio che riguardano lostile di vita che aumentano le probabilita' di sviluppare lademenza. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista LancetNeurology, un caso di demenza su 3 potrebbe essere evitato sesi aumentano i livelli di attivita' fisica e se si riduce ilfumo, e se si prendono provvedimenti contro problemi di salutecome diabete e obesita'. Si tratta del primo studio che haquantificato l'impatto combinato dei fattori di rischio dellostile di vita sul rischio demenza. Dai risultati e' emerso chel'esercizio fisico e' la piu' grande protezione che abbiamocontro la malattia. Chi fa meno di un'ora di esercizio fisico asettimana, secondo quanto rilevato dai ricercatori, ha l'82 percento di probabilita' in piu' di sviluppare la demenza. Essereobesi nella mezza eta', invece, aumenterebbe il rischio disviluppare l'Alzheimer del 60 per cento, mentre la pressionesanguigna alta aumenterebbe il rischio del 61 per cento. Ilfumo, invece, aumenterebbe il rischio demenza del 59 per cento,mentre il diabete del 49 per cento. In pratica, le conclusionidello studio dimostrerebbero che stili di vita sani che aiutanoa mantenere una buona salute cardiaca proteggono anche ilcervello. "Anche se non esiste un unico modo per prevenire lademenza, potremmo essere in grado di adottare misure perridurre il nostro rischio di sviluppare demenza in eta' piu'avanzata", hanno concluso i ricercatori. .