SERIAL KILLER A ROMA, UCCIDEVA PER SOLDI DELLE POMPE FUNEBRI

(AGI) - Roma, 18 mag. - Avrebbe ucciso una decina di anzianiper lo piu' in fase terminale o malati di Alzheimer, in cambiodi pochi euro, qualche vestito o una piccola mancia da partedelle agenzie di pompe funebri. L'attenzione degliinvestigatori della squadre 'cold case' della mobile di Roma,specializzati nelle indagine sui casi irrisolti, e' su uninfermiere 60enne che fino al 1996 aveva prestato serviziopresso il Policlinico Gemelli. Le morti sospette si riferisconopero' agli ultimi due anni quando l'infermiere ha lavorato peruna casa di cura privata di Guidonia. L'uomo si trova comunquegia'

(AGI) - Roma, 18 mag. - Avrebbe ucciso una decina di anzianiper lo piu' in fase terminale o malati di Alzheimer, in cambiodi pochi euro, qualche vestito o una piccola mancia da partedelle agenzie di pompe funebri. L'attenzione degliinvestigatori della squadre 'cold case' della mobile di Roma,specializzati nelle indagine sui casi irrisolti, e' su uninfermiere 60enne che fino al 1996 aveva prestato serviziopresso il Policlinico Gemelli. Le morti sospette si riferisconopero' agli ultimi due anni quando l'infermiere ha lavorato peruna casa di cura privata di Guidonia. L'uomo si trova comunquegia' in carcere a seguito di un'altra inchiesta. L'ipotesidegli inquirenti e' che abbia ucciso gli anziani probabilmentecon delle dosi letali di insulina. L'operatore sanitario,definito dagli investigatori un 'angelo della morte', halavorato in diverse strutture sia nella Capitale che nellaprovincia. Sono state analizzate tutte le cartelle cliniche esono stati eseguiti nuovi accertamenti tecnici grazieall'ausilio di tecnologie avanzate, relativi ai decessi. (AGI).