Russia: Cremlino, strategia difesa Usa non aiuta normalizzazione

(AGI) - Mosca, 2 lug. - Il Cremlino si e' detto "rammaricato"per il fatto che la nuova strategia di difesa del Pentagono siabasata sullo scontro con la Russia, ritenuta insieme alla Cinafra le principali minacce agli interessi americani, e haavvertito che il documento non aiutera' a migliorare lerelazioni tra Mosca e gli Stati Uniti. "Qui si puo' esprimererammarico per il fatto che la concezione di sicurezza e' undocumento pensato su una prospettiva di medio e lungo termine",ha detto il portavoce Dmitri Peskov, secondo il quale"l'emergere di tale linguaggio nel documento testimonia

(AGI) - Mosca, 2 lug. - Il Cremlino si e' detto "rammaricato"per il fatto che la nuova strategia di difesa del Pentagono siabasata sullo scontro con la Russia, ritenuta insieme alla Cinafra le principali minacce agli interessi americani, e haavvertito che il documento non aiutera' a migliorare lerelazioni tra Mosca e gli Stati Uniti. "Qui si puo' esprimererammarico per il fatto che la concezione di sicurezza e' undocumento pensato su una prospettiva di medio e lungo termine",ha detto il portavoce Dmitri Peskov, secondo il quale"l'emergere di tale linguaggio nel documento testimonia di unatteggiamento conflittuale, privo di qualsiasi obiettivita' neiconfronti del nostro Paese, anche nel lungo termine". "E' improbabile che questo aiuti gli sforzi di orientareancora le nostre relazioni bilaterali verso la normalizzazione,cosi' necessaria per la lotta contro le sfide comuni, a cui isingoli Paesi da soli non possono trovare risposta", haaggiunto Peskov, citato da Ria Novosti. Per sfide comuni, il portavoce di Vladimir Putin ha dettodi intendere anche le attivita' dello Stato islamico e ilterrorismo in generale. Peskov ha poi dichiarato che e' prestoper parlare di come gli Stai Uniti e la loro posizione sirifletteranno nell'analogo documento russo sulla difesanazionale, attualmente in fase di preparazione. "Aspettiamo cheesca il documento", ha detto, assicurando allo stesso tempo che"di certo, vengono prese in considerazione tutte le minaccealla sicurezza nazionale della Russia e studiate le adeguatecontromisure". (AGI)Ruy/Sar