PORTA PIA: ALEMANNO E POLVERINI A 141ESIMO ANNIVERSARIO BRECCIA

(AGI) - Roma, 20 set. - Questa mattina a Roma e' statocelebrato il 141mo anniversario della breccia di Porta Pia del20 settembre 1870, che porto' all'istituzione di Roma capitaled'Italia. Il sindaco, Gianni Alemanno, e il presidente dellaRegione Lazio, Renata Polverini, hanno deposto delle coroned'alloro al monumento ai caduti di Porta Pia, alla presenzadell'Associazione dei bersaglieri. "La corona - ha sottolineato Renata Polverini - e' perricordare che proprio grazie ai bersaglieri in questa giornataabbiamo completato il processo di unificazione e soprattuttoabbiamo reso Roma capitale d'Italia. Si vuole dare anche unsegnale ai

(AGI) - Roma, 20 set. - Questa mattina a Roma e' statocelebrato il 141mo anniversario della breccia di Porta Pia del20 settembre 1870, che porto' all'istituzione di Roma capitaled'Italia. Il sindaco, Gianni Alemanno, e il presidente dellaRegione Lazio, Renata Polverini, hanno deposto delle coroned'alloro al monumento ai caduti di Porta Pia, alla presenzadell'Associazione dei bersaglieri. "La corona - ha sottolineato Renata Polverini - e' perricordare che proprio grazie ai bersaglieri in questa giornataabbiamo completato il processo di unificazione e soprattuttoabbiamo reso Roma capitale d'Italia. Si vuole dare anche unsegnale ai nostri colleghi di altri territori che spesso usanoparole improprie in un momento in cui c'e' bisogno ancora dipiu' di un Paese unito e compatto per rispondere alla crisi chestiamo vivendo e che rischia di non dare un futuro alle nuovegenerazioni. Oggi siamo qui con convinzione per dire che Romae' la capitale intorno alla quale tutti i territori del nostroPaese si devono riconoscere". La cerimonia di quest'anno della breccia di Porta Pia ha unsignificato particolare poiche' cade nell'ambito dellecelebrazioni del 150mo dell'Unita' d'Italia. "Chiunque mette indiscussione - ha sottolineato il sindaco Alemanno - il ruolo diRoma finisce per mettere in discussione l'unita' nazionale e inquesto si vede certa retorica leghista". "Da questa breccia -ha concluso Alemanno - nel momento in cui i bersaglierientrarono dentro Roma tutta la nazione italiana si impossesso'di Roma e la trasformo' in una grande capitale europea. Cio'rappresento' l'inizio di un grande percorso e per noi questopercorso si deve concludere con il pieno riconoscimento di RomaCapitale e, quindi, l'approvazione del secondo decretolegislativo". (AGI).