Papa: annuncia un Anno Santo della Misericordia dall'8/12

(AGI) - CdV, 13 mar. - Il Pontefice ha reso noto personalmenteoggi che l'organizzazione del Giubileo straordinario e' stataaffidata al Pontificio Consiglio per la Promozione della NuovaEvangelizzazione, il dicastero presieduto da monsignor RinoFisichella. Jorge Mario Bergoglio ha confidato ai giovani diRoma e agli altri fedeli presenti nella Basilica vaticana chein questi ultimi mesi, mentre si avvicinava il secondoanniversario della sua elezione, si e' chiesto spesso tra se' ese': "come la Chiesa puo' rendere piu' evidente la sua missionedi essere testimone della misericordia?". Francesco ha poi esortato a vivere questo tempo particolare

(AGI) - CdV, 13 mar. - Il Pontefice ha reso noto personalmenteoggi che l'organizzazione del Giubileo straordinario e' stataaffidata al Pontificio Consiglio per la Promozione della NuovaEvangelizzazione, il dicastero presieduto da monsignor RinoFisichella. Jorge Mario Bergoglio ha confidato ai giovani diRoma e agli altri fedeli presenti nella Basilica vaticana chein questi ultimi mesi, mentre si avvicinava il secondoanniversario della sua elezione, si e' chiesto spesso tra se' ese': "come la Chiesa puo' rendere piu' evidente la sua missionedi essere testimone della misericordia?". Francesco ha poi esortato a vivere questo tempo particolaredi Grazia alla luce della parola del Signore: "Siatemisericordiosi come il Padre". Sara', ha spiegato, "una nuovatappa del cammino della Chiesa nella sua missione di portare adogni persona il Vangelo della misericordia". Il Papa e'convinto che "tutta la Chiesa potra' trovare in questo Giubileola gioia per riscoprire e rendere feconda la misericordia diDio, con la quale tutti siamo chiamati a dare consolazione adogni uomo e ogni donna del nostro tempo". "Questo - haprecisato il Papa - vale soprattuuto per i confessori: nondimentichiamoci che Dio perdona tutto e perdona sempre"."L'Anno Santo della Misericordia lo affidiamo fin d'ora - hadetto - alla Madre della Misericordia, perche' rivolga a noi ilsuo sguardo e vegli sul nostro cammino". (AGI)