ITALIA 150: VENETO IN TRICOLORE, A VICENZA MEGABANDIERA DI 600 MQ

(AGI) - Venezia, 14 mar. - Sono innumerevoli le iniziativeanche nel Veneto per le celebrazioni del 17 marzo. Tutte leprincipali citta' della regione si preparano a festeggiare contricolori, cerimonie, spettacoli ed eventi curiosi laricorrenza dell'Unita' d'Italia. E' il tricolore il motivo chelega tutte queste manifestazioni: quello che sara' srotolatodal campanile di Piazza San Marco a Venezia, quello che siilluminera' nei fuochi artificiali programmati la sera del 16in Prato della Valle a Padova, quello in stile "patchwork"esteso per 600 mq che e' stato cucito in questi mesi perl'occasione dagli studenti di

(AGI) - Venezia, 14 mar. - Sono innumerevoli le iniziativeanche nel Veneto per le celebrazioni del 17 marzo. Tutte leprincipali citta' della regione si preparano a festeggiare contricolori, cerimonie, spettacoli ed eventi curiosi laricorrenza dell'Unita' d'Italia. E' il tricolore il motivo chelega tutte queste manifestazioni: quello che sara' srotolatodal campanile di Piazza San Marco a Venezia, quello che siilluminera' nei fuochi artificiali programmati la sera del 16in Prato della Valle a Padova, quello in stile "patchwork"esteso per 600 mq che e' stato cucito in questi mesi perl'occasione dagli studenti di Vicenza. E proprio la mega bandiera italiana di Vicenza e' l'eventopiu' curioso da segnalare. Un'enorme bandiera italiana, grande30 metri per 20, sara' issata su piazza dei Signori a Vicenzavenerdi' prossimo, quindi il 18 marzo (data posticipata perche'per il 17 si prevede pioggia), per una festa di tutti i giovanidella provincia che celebreranno insieme il 150mo anniversariodell'Unita' d'Italia. Composta da tante strisce di tessutobianche, rosse e verdi decorate con disegni e riflessioni delle2000 classi di studenti delle scuole del Vicentino sul temadell'Unita' d'Italia, la bandiera e' l'originale progetto"Tanti+tanti=uno" proposto dal Comune di Vicenza e ideato daAntonio Riello che ha avuto il sostegno della presidenza delconsiglio regionale del Veneto. "Il momento dei festeggiamentiin piazza dei Signori abbiamo voluto fosse tutto dedicato aigiovani e, proprio perche' l'evento non fosse rovinato dalmaltempo, abbiamo deciso di spostare il tutto a venerdi' 18 perpoter quindi celebrare degnamente - spiega il sindaco diVicenza Achille Variati - il 18 sara' un momento significativoper i giovani, il 17, festa nazionale, ci ritroveremo inpiazzale della Vittoria alle 9 per issare la bandiera tricoloresul pennone". La festa, a Venezia, iniziera' il 16 marzo conl'inaugurazione (ore 17.30, Biblioteca Marciana) della mostra"Aspettando l'Unita' d'Italia 1850-1866", poco piu' tardiinaugurazione di un'altra mostra al Museo Correr "Venezia chespera: l'unione all'Italia (1856-1866)". In serata, sempre il16 marzo, concerto al Teatro La Fenice "La notte deltricolore". Il 17 marzo, appuntamento in Piazza San Marco alle9 del mattino per il solenne alzabandiera con la bandadell'Esercito. A Padova appuntamento in Prato della Valle il 16sera con i fuochi artificiali tricolori che illumineranno lapiazza piu' grande d'Europa. Tutti i negozi della citta'faranno la "notte bianca" e resteranno aperti fino alle 24. Ilgiorno dopo, autorita' riunite in Piazza dei Signori perl'alzabandiera e la deposizione delle corone d'alloro allapresenza del sindaco Flavio Zanonato. "I giovani che vedrannole bandiere, i fuochi, la festa - ha detto oggi Zanonato -avranno fisso nella memoria il ricordo di questa celebrazione.Sara' un flash che colpisce e lascia il segno". Numerose le iniziative a Verona, tutte improntate alricordo di quel momento storico e all'insegna delle realta'locali. Treviso, invece, continua a far discutere con unaposizione alquanto defilata rispetto ai festeggiamenti. Pochele iniziative, poco l'entusiasmo. Il trevigiano Luca Zaia,presidente della Regione Veneto, ha risollevato un po' glianimi annunciando, pochi giorni fa, di voler partecipare,contrariamente a quanto sembrava, al consiglio regionalestraordinario di Padova il 17 dove "diro' la mia", ha detto,suscitando grandi aspettative. (AGI)Crc