ITALIA 150: TORINO, RIAPRE IL MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO

(AGI) - Torino, 15 mar - Sara' il Presidente della RepubblicaGiorgio Napolitano, il 18 marzo, a inaugurare a Torino il MuseoNazionale del Risorgimento Italiano, completamente rinnovato.Il nuovo allestimento e' stato possibile grazie al contributodel ministero per i Beni culturali, della regione Piemonte edella Compagnia di San Paolo con un investimento complessivo di15 milioni di euro. Il Museo, presieduto da professor UmbertoLevra, ordinario di Storia del Risorgimento all'Universita' diTorino, e' stato completamente rifatto nel percorso di visita,nell'ambientazione e nella comunicazione. Il periodorisorgimentale viene narrato in chiave italiana, piemontese edeuropea e

(AGI) - Torino, 15 mar - Sara' il Presidente della RepubblicaGiorgio Napolitano, il 18 marzo, a inaugurare a Torino il MuseoNazionale del Risorgimento Italiano, completamente rinnovato.Il nuovo allestimento e' stato possibile grazie al contributodel ministero per i Beni culturali, della regione Piemonte edella Compagnia di San Paolo con un investimento complessivo di15 milioni di euro. Il Museo, presieduto da professor UmbertoLevra, ordinario di Storia del Risorgimento all'Universita' diTorino, e' stato completamente rifatto nel percorso di visita,nell'ambientazione e nella comunicazione. Il periodorisorgimentale viene narrato in chiave italiana, piemontese edeuropea e nelle 30 sale sono proiettati filmati provenienti dacollezioni europee. Sono esposti 2.579 pezzi, scelti tra i53.011 posseduti, per raccontare le tappe che hanno portatoall'Unita' nazionale in Italia, con uno sguardo anche a quantoavvenuto nel periodo in altri Paesi europei. Il 65% deglioggetti esposti non e' mai stato mostrato. La "messa in scena"del nuovo Museo e' stata affidata all'architetto RichardPeduzzi, gia' direttore dell'Accademia di Francia a Roma. IlMuseo dispone, inoltre, di una Biblioteca con annessa emerotecacon 167.750 libri ed opuscoli e 1916 testae di periodiciitaliani del XIX secolo. Alla Biblioteca e' annessa una sezioneArchivi Storici, consistente in 217 archivi di personalita' perlo piu' del XIX secolo, con 120.000 documenti. Esiste, inoltre,un Gabinetto iconografico, con piu' di 15.000 tra stampe emanifesti. Per sottolineare l'importanza della riapertura, dal20 al 31 marzo il Museo del Risorgimento potra' essere visitatogratuitamente. Sono gia' esaurite le prenotazioni di visitafino a meta' giugno: 53.000 visitatori provenienti da tuttaItalia hanno gia' riservato la loro visita. (AGI)Chc