ITALIA 150: SINODO VALDESE RICORDA L'APPORTO DEI PROTESTANTI

(AGI) - Torre Pellice (Torino), 24 ago. - "Gli evangelici hannopartecipato al Risorgimento con la speranza di creare un'Italiaunita e nuova, cioe' piu' libera, piu' democratica, rinnovatamoralmente e spiritualmente". Lo ha affermato il pastoreMassimo Aquilante, presidente della Federazione delle chieseevangeliche in Italia, che ha incontrato i giornalisti a TorrePelice a margine del Sinodo Valdese. "Un impegno e una speranzahanno accompagnato l'impegno civile e di testimonianza deglievangelici lungo tutti i 150 anni dell'Italia unita", ha dettoAquilante, sottolineando come l'apporto del protestantesimoalla storia d'Italia sia sempre stato ispirato dalla parolacritica dell'Evangelo".

(AGI) - Torre Pellice (Torino), 24 ago. - "Gli evangelici hannopartecipato al Risorgimento con la speranza di creare un'Italiaunita e nuova, cioe' piu' libera, piu' democratica, rinnovatamoralmente e spiritualmente". Lo ha affermato il pastoreMassimo Aquilante, presidente della Federazione delle chieseevangeliche in Italia, che ha incontrato i giornalisti a TorrePelice a margine del Sinodo Valdese. "Un impegno e una speranzahanno accompagnato l'impegno civile e di testimonianza deglievangelici lungo tutti i 150 anni dell'Italia unita", ha dettoAquilante, sottolineando come l'apporto del protestantesimoalla storia d'Italia sia sempre stato ispirato dalla parolacritica dell'Evangelo". Nella sua conferenza stampa, il pastoreAquilante ha riassunto il contributo dei protestanti alprocesso storico dell'Unita' d'Italia con lo slogan "Bibbia eliberta'", ed ha auspicato che questo centocinquantesimo siaanche l'occasione per riflettere sulla crisi economica e moraleche l'Italia sta attraversando, "una crisi di sistema eculturale che richiede la ricostruzione del patto di convivenzatra cittadini". Secondo Aquilante, "un importante banco diprova della qualita' della nostra democrazia e' sicuramente lacapacita' di vivere in una societa' multiculturale, e diaccogliere e integrare i migranti". A questo proposito, ilpresidente della Fcei ha ricordato l'adesione dei protestantiitaliani alla Campagna di diritto di cittadinanza 'L'Italiasono anch'io', che "dal prossimo autunno avviera' una raccoltafirme per una legge popolare sulla riforma della normativasulla cittadinanza, e per il riconoscimento del diritto di votonelle elezioni locali ai migranti regolari". "Si tratta - haconcluso - di un'iniziativa che vede insieme tutti coloro che,indipendentemente dalle diverse provenienze, sono oggi inItalia assetati e affamati di giustizia". (AGI).