ITALIA 150: SILONE SCRITTORE ITINERANTE IN UNA MOSTRA

(AGI) - L'Aquila, 13 dic - "Ignazio Silone - L'arte e' un fioreselvaggio, ama la liberta' - L'uomo, lo scrittore,l'intellettuale" e' il titolo di una mostra itinerante sulloscrittore abruzzese che da Roma (dove sara' dal prossimo 15dicembre al 15 gennaio 2010), raggiungera' le maggiori capitalieuropee. L'evento, promosso dal Centro studi siloniani e dalComune di Pescina (L'Aquila), col supporto dell'Archivio diStato e della Regione Abruzzo, ha l'alto patronato dellaPresidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio deiMinistri e della Camera dei Deputati e si muove nell'ambitodelle celebrazioni per i 150 anni dell'unita'

(AGI) - L'Aquila, 13 dic - "Ignazio Silone - L'arte e' un fioreselvaggio, ama la liberta' - L'uomo, lo scrittore,l'intellettuale" e' il titolo di una mostra itinerante sulloscrittore abruzzese che da Roma (dove sara' dal prossimo 15dicembre al 15 gennaio 2010), raggiungera' le maggiori capitalieuropee. L'evento, promosso dal Centro studi siloniani e dalComune di Pescina (L'Aquila), col supporto dell'Archivio diStato e della Regione Abruzzo, ha l'alto patronato dellaPresidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio deiMinistri e della Camera dei Deputati e si muove nell'ambitodelle celebrazioni per i 150 anni dell'unita' d'Italia. "E'un'iniziativa molto importante, il cui valore politico eculturale va da se' - ha sottolineato l'assessore alla Culturadella Regione Abruzzo, Mauro Di Dalmazio, intervenuto allaconferenza stampa di presentazione - E' incredibile che uno deimaggiori letterati del Novecento italiano sia stato relegato aimargini della politica e della cultura. Ed e' una cosaallucinante perche' l'opera di Silone e' straordinaria e se nonce lo diciamo noi, ce lo dice il Mondo". Presenti all'incontrodi stamane anche la dirigente del Servizio Politiche culturali,Paola Di Salvatore, il presidente del Centro studi siloniani,Enzo Lombardi, ed il sindaco di Pescina, Maurizio Radichetti."Silone diceva di se stesso che la sua era una prosa pocofluida perche' veniva fuori dall'emotivita', dalla tensione,dalla passione e dall'etica interiori - ha aggiunto DiDalmazio, che si e' autodefinito un 'fagocitatore' delle operedi Silone - Dobbiamo ad ogni costo rivalutare la figura delgrande autore di Pescina, la sua consapevolezza, la suaconoscenza. Come Regione stiamo cercando di essere vicini inogni modo all'azione di recupero del Centro studi siloniani".Di Dalmazio ha altresi' anticipato che "Silone sara' uno deipochissimi a far parte della mostra allestita dalle Regioni percelebrare i 150 anni dell'unita' d'Italia". La mostraitinerante, dopo il primo mese di esposizione presso l'Archiviodi Stato centrale, zona Eur, a Roma, sara' ad Assisi, Zurigo,Budapest, San Pietroburgo, Mosca e dovunque vi sia richiesta,visto che Silone e' uno degli scrittori in assoluto piu'tradotti al Mondo. Il progetto di esposizione itinerante e' indivenire per cui le varie testimonianze siloniane (scritti,cartelli, anche parte dell'arredamento del suo studio diPescina) potranno in questo anno di viaggio raggiungere tutti iluoghi in cui l'autore di "Fontamara" ha vissuto nei lunghianni del forzato esilio. Lombardi si e' soffermato sulla verveintellettuale di Silone, sulla sua riabilitazione politica,sulla sconfessione della campagna denigratoria che per tantotempo lo ha riguardato. La Regione Abruzzo, in memoria diSilone, ha isitutito, con propria legge, un premio ad hoc che,verosimilmente, quest'anno, verra' assegnato in primavera.(AGI)Com/Ett