ITALIA 150: SCAPARRO METTE IN SCENA "IL SOGNO DEI MILLE"

(AGI) - Napoli, 3 ott. - "Senza il coraggio e la capacita' disognare di questi mille pazzi non si sarebbe fatta l'Italia.Vittorio Emauele e Cavour non sarebbero bastati". Cosi' ilregista Maurizio Scaparro presenta 'Il sogno dei mille', lospettacolo tratto dal diario 'Les Garibaldiens. Revolution deSicilie et de Naples' di Alexandre Dumas, che andra' in scenada mercoledi' prossimo a venerdi' al teatro San Ferdinando,nell'ambito del Napoli teatro festival Italia. Presentando lospettacolo, Scaparro sottolinea l'importanza del sogno. "Oggivedo nella societa' solo tanti incubi - dice - Il sogno e'importante perche' le verita'

(AGI) - Napoli, 3 ott. - "Senza il coraggio e la capacita' disognare di questi mille pazzi non si sarebbe fatta l'Italia.Vittorio Emauele e Cavour non sarebbero bastati". Cosi' ilregista Maurizio Scaparro presenta 'Il sogno dei mille', lospettacolo tratto dal diario 'Les Garibaldiens. Revolution deSicilie et de Naples' di Alexandre Dumas, che andra' in scenada mercoledi' prossimo a venerdi' al teatro San Ferdinando,nell'ambito del Napoli teatro festival Italia. Presentando lospettacolo, Scaparro sottolinea l'importanza del sogno. "Oggivedo nella societa' solo tanti incubi - dice - Il sogno e'importante perche' le verita' storiche sono variegate, ma ilsogno resta ed e' unico". L'invito e' rivolto ai giovani, aiquali e' affidato il compito di risollevare il Paese in questomomento difficile, magari ripercorrendo le gesta dei "millepazzi". E' stato proprio il regista a insistere perche' laprima tappa fosse il capoluogo partenopeo, prima del teatrodella Pergola di Firenze, dove arrivera' il 18 ottobre."Celebrare l'unita' nazionale in questo momento e' fondamentale- ragiona - il teatro e' spesso lo specchio dei tempi e in unmomento cosi' pericoloso puo' fare la sua parte, ricordando peresempio che il primo garibaldino che grido' 'viva l'Italia' aPalermo fu un bergamasco, con buona pace di Bossi". Di qui lascelta di dedicare la prima al presidente della Repubblica,Giorgio Napolitano, per "quello che ha detto sull'unita'nazionale". E poi invita i rappresentanti della Lega adabbandonare le idee secessioniste o a "portarle avanti, madimettendosi da ministri della repubblica". Attorno ai Mille diGaribaldi si coagula l'Italia migliore, con quella "culturatrasversale" che come ricorda Scaparro e' "la stessa cheaccomuna i cittadini italiani e oggi anche quelli dell'Europa".Nell'opera di Scaparro, Dumas e' interpretato da GiuseppePambieri, che dividera' la scena con il giovane attore VincenzoNemolato, nel ruolo di Angelino,che rivendica con orgoglio diessere nato nel quartiere partenopeo di Scampia. (AGI)