ITALIA 150: PIEMONTE, UNA RASSEGNA SU "CINEMA E RISORGIMENTO"

(AGI) - Torino, 9 mar. - Un libro, realizzato in occasione del150mo anniversario dell'Unita' d'Italia, e una rassegna difilm per raccontare il rapporto tra cinema e Risorgimento. Ilvolume, a cura del Comitato Resistenza e Costituzione delConsiglio regionale piemontese, e' rivolto a tutte le scuolemedie superiori della regione e alle biblioteche piemontesi. Siintitola appunto "Cinema e Risorgimento" e fa pare dellacollana "I diritti di tutti. Cinema e societa' civile",promossa dal Consiglio regionale del Piemonte, curatadall'Aiace ed edita dalla Celid. In "Cinema e Risorgimento" siriflette sui molteplici aspetti e volti del periodo

(AGI) - Torino, 9 mar. - Un libro, realizzato in occasione del150mo anniversario dell'Unita' d'Italia, e una rassegna difilm per raccontare il rapporto tra cinema e Risorgimento. Ilvolume, a cura del Comitato Resistenza e Costituzione delConsiglio regionale piemontese, e' rivolto a tutte le scuolemedie superiori della regione e alle biblioteche piemontesi. Siintitola appunto "Cinema e Risorgimento" e fa pare dellacollana "I diritti di tutti. Cinema e societa' civile",promossa dal Consiglio regionale del Piemonte, curatadall'Aiace ed edita dalla Celid. In "Cinema e Risorgimento" siriflette sui molteplici aspetti e volti del periodorisorgimentale prendendo in esame un nutrito numero dipellicole realizzate nell'arco di otto decenni, dagli anniTrenta ai giorni nostri. Sono 15 le pellicole analizzate, sitratta di famosi film dedicati dai maggiori registi italiani altema del Risorgimento e vanno da "1860" , girato nel 1933 daAlessandro Blasetti fino a "Noi credevamo" di Mario Martone,uscito nella sale lo scorso anno. Tra i film ci sono anche"Senso" e "Il Gattopardo" di Luchino Visconti, "Viva l'Italia!"di Roberto Rossellini, "Nell'anno del Signore" di Luigi Magni e"Bronte" di Florestano Vancini. Altri otto film sono segnalaticon una breve filmografia commentata. La rassegnacinematografica, invece, e' organizzata dall?Archivio NazionaleCinematografico della Resistenza e intende ripercorrere con unavasta carrellata le rappresentazioni del Risorgimento, dei suoiantefatti, del suo seguito cosi' come il cinema le ha propostein vari momenti della sua storia. La rassegna coprira' unatrentina di appuntamenti e si svolgera' da maggio a novembre aTorino. E' in corso la selezione dei film in un'ampia rosa diopere a soggetto, alcune note, molte altre dimenticate o quasi,realizzate dagli anni Trenta fino ad oggi. Non manchera'qualche film documentario. In collaborazione con le Teche Raiuna sezione sara' dedicata a presentare una selezione dellepiu' significative opere realizzate dalla Rai nel corso deglianni, tra sceneggiati, documentari e ricostruzioni storiche. (AGI).