ITALIA 150: MOSTRA RISORGIMENTO IN SEDE CONSIGLIO REGIONALE UMBRIA

(AGI) - Perugia, 20 ott. - Documenti, cimeli testimonianzestoriche conservate da istituzioni e famiglie private. E' statapresentata oggi a Perugia la mostra storico documentale "Arte epatriottismo nell'Umbria del Risorgimento" che sara' inauguratasabato 29 ottobre alle 17 e restera' aperta da domenica 30 al20 dicembre. L'apertura della mostra coincidera' con lariapertura effettiva di Palazzo Cesaroni, sede del consiglioregionale, e della storica Sala Brugnoli, dopo i lavori diconsolidamento, restauro e pulitura della facciata esterna. "Lamostra e' uno degli eventi principali realizzati in Umbria peri 150 anni dell'Unita' d'Italia", hanno ricordato i membri

(AGI) - Perugia, 20 ott. - Documenti, cimeli testimonianzestoriche conservate da istituzioni e famiglie private. E' statapresentata oggi a Perugia la mostra storico documentale "Arte epatriottismo nell'Umbria del Risorgimento" che sara' inauguratasabato 29 ottobre alle 17 e restera' aperta da domenica 30 al20 dicembre. L'apertura della mostra coincidera' con lariapertura effettiva di Palazzo Cesaroni, sede del consiglioregionale, e della storica Sala Brugnoli, dopo i lavori diconsolidamento, restauro e pulitura della facciata esterna. "Lamostra e' uno degli eventi principali realizzati in Umbria peri 150 anni dell'Unita' d'Italia", hanno ricordato i membridell'Ufficio di presidenza e i curatori della mostra,coordinati da Massimo Duranti. "In ragione di tantadocumentazione ritrovata, l'esposizione si annuncia come unanovita' assoluta, piena di sorprese e di documenti inediti suun periodo che - ha ricordato Claudia Minciotti Tsoukas,storica del periodo - dimostra l'entusiasmo e i grandiidealita' che accomunarono tanti umbri, soprattuttogiovanissimi nella lotta per l'indipendenza: una lunga stagioneche riuni' intorno allo stesso ideale, democratici,repubblicani e monarchici". E di "evento importante cheaccomuna ancora oggi tutti gli umbri, anche di fede politicadiversa", ha parlato all'inizio della conferenza stampa il vicepresidente dell'Assemblea, Orfeo Goracci, precisando che "inUmbria la bandiera italiana, oggi come allora e' elemento diassoluta condivisione e di coesione". Goracci ha ancheannunciato che sabato 29 alla cerimonia di inaugurazione sara'presente il presidente Eros Brega che tanto ha volutol'allestimento della mostra e la cui salute si stadefinitivamente ristabilendo. "Per fare questa operazionestorico culturale che davvero ci accomuna in un momento dicrisi - ha aggiunto il vice presidente Andrea LignaniMarchesani - abbiamo deciso di risparmiare su alcune spese dirappresentanza: un segnale della politica ed un omaggio aivalori piu' profondi della nostra identita' storica nataproprio negli anni del Risorgimento". E sul ruolo enorme deipiccoli centri, dei comuni umbri anche piu' periferici, FaustoGalanello, segretario dell'Ufficio di Presidenza, ha volutocitare "l'entusiasmo e l'orgoglio di rivendicare anche solo unpezzetto di contributo dato alla causa dell'Unita' d'Italia"emerso nelle tante celebrazioni alle quali ha partecipato nellascorsa primavera. (AGI)Pg1/Mav