ITALIA 150: LIBANO, LA CELEBRAZIONE DELL'UNIFIL

(AGI) - Shama (Libano), 18 mar. - Alzabandiera speciale ieri inLibano per il contingente italiano dell'Unifil, che ha volutocelebrare il centocinquantesimo dell'Unita' d'Italia. Nonostante i numerosi impegni operativi, i 'baschi blu'italiani impegnati nella missione 'Leonte 9', si sono datiappuntamento con il personale dell'ambasciata italiana inLibano nella base sede del comando multinazionale del settoreovest di Unifil, a guida brigata di cavalleria "Pozzuolo delFriuli". Alla presenza dell'ambasciatore italiano in Libano,Giuseppe Morabito, si e' tenuta la cerimonia dell' alzabandierasolenne, seguita dalla deposizione di una corona di fiori, inmemoria dei caduti di tutti i

(AGI) - Shama (Libano), 18 mar. - Alzabandiera speciale ieri inLibano per il contingente italiano dell'Unifil, che ha volutocelebrare il centocinquantesimo dell'Unita' d'Italia. Nonostante i numerosi impegni operativi, i 'baschi blu'italiani impegnati nella missione 'Leonte 9', si sono datiappuntamento con il personale dell'ambasciata italiana inLibano nella base sede del comando multinazionale del settoreovest di Unifil, a guida brigata di cavalleria "Pozzuolo delFriuli". Alla presenza dell'ambasciatore italiano in Libano,Giuseppe Morabito, si e' tenuta la cerimonia dell' alzabandierasolenne, seguita dalla deposizione di una corona di fiori, inmemoria dei caduti di tutti i conflitti. Il comandante delcontingente nazionale e comandante della brigata di cavalleria"Pozzuolo del Friuli", generale di brigata Guglielmo LuigiMiglietta, ha ripercorso il cammino storico dell'Italia inquesti 150 anni, ricordando l'importante contributo delle forzearmate italiane nell'accrescere il comune senso di appartenenzaa quella medesima cultura e a quei valori condivisi che avevanoguidato i nostri padri fondatori, quali il senso dello Stato,l'orgoglio dell'identita' nazionale e l'amor di patria, emettendo in evidenza la continuita' dei valori e dello spiritoche animano i soldati italiani, impegnati in tutte le missionifuori dal territorio nazionale, in cui sono chiamati a operare. L'ambasciatore ha dato lettura del messaggio auguraleinviatogli dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,che esprime "vivo apprezzamento per l'importante ruolo svoltodai nostri connazionali che operano all'estero per lastabilita' e lo sviluppo". Alla cerimonia erano presenti autorita' civili erappresentanti delle forze armate libanesi, che hanno voluto testimoniare la loro vicinanza non solo ai nostri soldati, coni quali quotidianamente vivono e cooperano, ma al popoloitaliano. La brigata di cavalleria "Pozzuolo del Friuli", per laterza volta al comando del settore ovest della forza diinterposizione nel sud del Libano, coopera quotidianamente conle forze armate libanesi per consolidare la sovranita' delloStato tra il fiume Litani e Israele. Compito principale dellaforza di interposizione, composta da militari provenienti da 8nazioni (Italia, Francia, Ghana, Malaysia, Slovenia, Corea delSud, Brunei e Tanzania), e' quello di monitorare la cessazionedelle ostilita' nell'area e supportare le forze armate libanesinel processo di stabilizzazione del sud del Libano. (AGI)Com/Ral