ITALIA 150: CONFAPI, PMI CHIEDONO COESIONE E SOLIDARIETA'

(AGI) - Roma, 17 mar. - "La celebrazione con effetti civilidell'Unita' d'Italia rappresenta un peso per le imprese", ma"le polemiche tristi e sterili che accompagnano la festarischiano di rendere inutile questo sacrificio". E' quantodichiara in una nota Paolo Galassi, presidente di Confapi(120mila piccole e medie imprese, che complessivamenteimpiegano 2,3 milioni di addetti) commentando le polemiche chestanno accompagnando la celebrazione della Unita' d'Italia. "Noi per primi - prosegue Galassi - avevamo chiesto che laricorrenza non comportasse anche la chiusura delle attivita'per evitare di perdere, per mancata produzione, non solo lagiornata di

(AGI) - Roma, 17 mar. - "La celebrazione con effetti civilidell'Unita' d'Italia rappresenta un peso per le imprese", ma"le polemiche tristi e sterili che accompagnano la festarischiano di rendere inutile questo sacrificio". E' quantodichiara in una nota Paolo Galassi, presidente di Confapi(120mila piccole e medie imprese, che complessivamenteimpiegano 2,3 milioni di addetti) commentando le polemiche chestanno accompagnando la celebrazione della Unita' d'Italia. "Noi per primi - prosegue Galassi - avevamo chiesto che laricorrenza non comportasse anche la chiusura delle attivita'per evitare di perdere, per mancata produzione, non solo lagiornata di oggi ma a cascata anche quella di domani, comeponte per il weekend. In tempo di crisi ci sembrava unsacrificio evitabile, ma non per questo abbiamo mai pensato dimettere in dubbio l'importanza della celebrazione. Farlo -continua -, avrebbe significato sprecare anche il sacrificiogia' affrontato dalle imprese. E' bene invece ribadire che,insieme a riforme utili e necessarie come quella federalista,anche la coesione e la solidarieta' nazionale sianoriconosciuti come valori anche economici, per il sistema Paese.A maggior ragione - conclude - bisogna che tutte le partipolitiche, al di la' delle singole posizioni, si mostrinoconsapevoli e rispettose delle istituzioni nazionali e delsentimento di unita'". (AGI)Red/Fri