ITALIA 150: BAGNASCO, RUOLO CATTOLICESIMO E' STATO CENTRALE

(AGI) - CdV, 17 mar. - Se all'inizio il Risorgimento "e' parso'contro' la Chiesa, in realta' non si e' compiuto senza diessa". Lo afferma il card. Angelo Bagnasco che questa mattinacelebrera' una messa per i 150 anni dell'unita' d'Italia per lepiu' alte autorita' dello Stato. Interistato dal Corriere, ilpresidente della Cei cita il contributo "piu' federalista diGioberti o di Rosmini rispetto a quello piu' 'unitarista' diMazzini o di Garibaldi". E ricorda che "il nostro Paeserappresenta pure il cuore del cattolicesimo". E che i suoivalori sono costitutivi dell'identita' italiana e necessarioggi

(AGI) - CdV, 17 mar. - Se all'inizio il Risorgimento "e' parso'contro' la Chiesa, in realta' non si e' compiuto senza diessa". Lo afferma il card. Angelo Bagnasco che questa mattinacelebrera' una messa per i 150 anni dell'unita' d'Italia per lepiu' alte autorita' dello Stato. Interistato dal Corriere, ilpresidente della Cei cita il contributo "piu' federalista diGioberti o di Rosmini rispetto a quello piu' 'unitarista' diMazzini o di Garibaldi". E ricorda che "il nostro Paeserappresenta pure il cuore del cattolicesimo". E che i suoivalori sono costitutivi dell'identita' italiana e necessarioggi piu' che mai "per un senso di appartenenza che resistealla crisi". (AGI)siz