ITALIA 150: AL VIA A ROMA GRANDE MOSTRA SULLE REGIONI

(AGI) - Roma, 1 apr. - Inizia a Roma la grande mostra dedicataalle Regioni, organizzata in occasione dei 150 anni dell'Unita'd'Italia. Inaugurata ieri al Complesso del Vittoriano dalpresidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e oggi alPalazzo di Giustizia e a Castel Sant'Angelo dal presidente delSenato, Renato Schifani, e dal sindaco di Roma, GianniAlemanno, si snoda in cinque luoghi della capitale (Vittoriano,Palazzo di Giustizia, Castel Sant'Angelo, Valle Giulia eaeroporto Leonardo da Vinci) con ingresso libero in tutte lesedi. Intitolata "Regioni e testimonianze d'Italia", raccontaogni Regione del Belpaese attraverso fotografie, libri, repertiarcheologici,

(AGI) - Roma, 1 apr. - Inizia a Roma la grande mostra dedicataalle Regioni, organizzata in occasione dei 150 anni dell'Unita'd'Italia. Inaugurata ieri al Complesso del Vittoriano dalpresidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e oggi alPalazzo di Giustizia e a Castel Sant'Angelo dal presidente delSenato, Renato Schifani, e dal sindaco di Roma, GianniAlemanno, si snoda in cinque luoghi della capitale (Vittoriano,Palazzo di Giustizia, Castel Sant'Angelo, Valle Giulia eaeroporto Leonardo da Vinci) con ingresso libero in tutte lesedi. Intitolata "Regioni e testimonianze d'Italia", raccontaogni Regione del Belpaese attraverso fotografie, libri, repertiarcheologici, manufatti, cartine geografiche, armi, documentidi ogni tipo, documentari, gioielli, strumenti musicali enumerosissimi pannelli didattici. "Si tratta di una mostraprestigiosa che da' il senso dell'unita' delle nostre Regioni",ha detto Schifani, mentre Alemanno ha sottolineato: "E'un'esposizione molto importante perche' dimostra che non vi e'un conflitto tra identita' nazionale e identita' locali, ed e'importante che sia stata organizzata qui a Roma che comecapitale e' la sintesi di tutte le realta' territoriali". Nellamostra, ogni Regione ha un personaggio-simbolo, ad esempioGiuseppe Verdi per l'Emilia Romagna, Goffredo Mameli per laLiguria, Carlo Cattaneo per la Lombardia, Luigi Einaudi per ilPiemonte e Edoardo De Filippo per la Campania. Nell'esposizionetrovano spazio anche le grandi aziende nazionali, dal'Eni allaFiat, da Poste Italiane all'Enel, da Finmeccanica alle Ferroviedello Stato: ciascuna di esse porta la sua testimonianzaattraverso uno spazio espositivo in cui presenta la sua genesie le sue radici, la sua evoluzione storica, il suo presente.Per il sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro,presente alle inaugurazioni di oggi, si tratta di una"iniziativa straordinaria, la mostra delle mostre del 150esimoanniversario dell'Unita' d'Italia perche' tutte le Regionipartecipano ad un progetto condiviso esibendo le loroidentita'". L'esposizione restera' aperta fino al 3 luglio. E'promossa dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dalComitato dei Garanti per le celebrazioni dei 150 annidell'Unita' d'Italia, in collaborazione con Roma Capitale, conla partecipazione di vari ministeri e con l'adesione di tuttele Regioni. (AGI)Rma/Pgi