ITALIA 150: AD ASCOLI GRANDE SUCCESSO PER LA TRAVIATA DI VERDI

(AGI) - Ascoli Piceno, 24 mar.- Grande successo quello riscossoieri sera dalla rappresentazione de 'La Traviata' di GiuseppeVerdi, andata in scena al teatro Ventidio Basso di AscoliPiceno, per la regia del tedesco Henning Brockhaus. Promossadal Comune ascolano nell'ambito delle celebrazioni del 150esimoanniversario dell'Unita' d'Italia, e realizzata dallaFondazione Pergolesi-Spontini di Jesi, con il sostegno dellaRegione Marche, l'opera lirica ha aperto la stagione localeincantando il pubblico presente - che ha affollato il 'Massimo'ascolano in ogni ordine di posti - prima di tutto per ilpotente impatto scenico ( a cura del ceco Josef

(AGI) - Ascoli Piceno, 24 mar.- Grande successo quello riscossoieri sera dalla rappresentazione de 'La Traviata' di GiuseppeVerdi, andata in scena al teatro Ventidio Basso di AscoliPiceno, per la regia del tedesco Henning Brockhaus. Promossadal Comune ascolano nell'ambito delle celebrazioni del 150esimoanniversario dell'Unita' d'Italia, e realizzata dallaFondazione Pergolesi-Spontini di Jesi, con il sostegno dellaRegione Marche, l'opera lirica ha aperto la stagione localeincantando il pubblico presente - che ha affollato il 'Massimo'ascolano in ogni ordine di posti - prima di tutto per ilpotente impatto scenico ( a cura del ceco Josef Svoboda) dovutoal grande specchio che rifletteva lo spettacolo e i costumidella Parigi "libertina", gaudente e decadente di inizio '900,sul "grande schermo" posteriore al palco. E poi, grazieall'allestimento originale dell'Arena Sferisterio di Macerata,e all'impeccabile accompagnamento musicale della Filarmonicamarchigiana, per la strepitosa interpretazione di "Violetta" -protagonista del melodramma verdiano - da parte della giovanesoprano russa Irina Dubrovaskaya, che ad ogni aria dell'operaha entusiasmato gli spettatori. Con lei grande apprezzamentoanche per il baritono Simone Piazzola - nel personaggio diGiorgio Germont, padre di Alfredo, l'amato di Violetta - e pertutti gli attori principali, oltre che per il Coro del VentidioBasso. Prima della rappresentazione, il sindaco di Ascoli GuidoCastelli ha chiesto ai presenti, tra cui tutte le autorita' egi assessori regionali Canzian e Donati - un minuto di silenzioper le vittime del cataclisma in Giappone, anche per via delforte legame che quel Paese ha con la lirica italiana. Poil'Inno di Mameli e il via allo spettacolo. Si replica il 25marzo. (AGI)Ap1/Mav