ITALIA 150: A TORINO CONFERENZA INTERNAZIONALE ARCHIVI TELEVISIVI

(AGI) - Torino, 20 set. - Sara' Torino ad ospitare quest'annola Conferenza Internazionale degli Archivi televisivi, inoccasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unita'd'Italia. All'Auditorium Rai, dal 28 settembre al primoottobre, si daranno appuntamento 250 partecipanti provenientida oltre 100 Paesi. La Conferenza e' organizzata dallaFederazione Internazionale Archivi Televisivi. "Sara' unaconferenza a porte chiuse - ha spiegato Roberto Rossetto,responsabile supporto tecnologico Teche Rai, nell'ambito delPrix Italia - l'evento, molto importante, torna a Torino per laseconda volta proprio in occasione delle celebrazioni del 150°,la prima fu nel 1991". Le Teche Rai, ha

(AGI) - Torino, 20 set. - Sara' Torino ad ospitare quest'annola Conferenza Internazionale degli Archivi televisivi, inoccasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unita'd'Italia. All'Auditorium Rai, dal 28 settembre al primoottobre, si daranno appuntamento 250 partecipanti provenientida oltre 100 Paesi. La Conferenza e' organizzata dallaFederazione Internazionale Archivi Televisivi. "Sara' unaconferenza a porte chiuse - ha spiegato Roberto Rossetto,responsabile supporto tecnologico Teche Rai, nell'ambito delPrix Italia - l'evento, molto importante, torna a Torino per laseconda volta proprio in occasione delle celebrazioni del 150°,la prima fu nel 1991". Le Teche Rai, ha commentato Rossetto,"sono un centro d'eccellenza molto apprezzato a livellointernazionale". Il progetto di digitalizzazione dell'archivioRai, ha spiegato Rossetto, "e' partito con il censimento delmateriale e con la messa a disposizione in digitaledirettamente nelle postazioni di lavoro. Oltre due milioni diore sono visibili finora dall'utente. Abbiamo ancora oltre unmilione di pellicole su cui lavorare". "Il riversamento delmateriale - ha aggiunto - e' iniziato dai supporti piu'arischio, cioe' i formati elettronici a partire da meta' anni'70. Questo tipo di lavoro oggi e' quasi finito. Abbiamoriversato anche il materiale delle sedi Rai regionali. Oralavoreremo sulle pellicole, compresi tutti i telegiornali dallameta' degli anni '50 agli anni '70. La pellicola e' materialeresistente, ma molto datato". (AGI).