ITALIA 150: A ROMA MOSTRA RACCONTA UNA NAZIONE CULTURALE

(AGI) - Roma, 16 mar. - Oltre duecento pezzi tra dipinti,sculture, documenti, libri antichi, fotografie, manufatti,mappe, cartine geografiche e video per ricercare l'identita'nazionale. Si tratta della mostra "Alle radici dell'identita'nazionale. Italia Nazione Culturale", organizzata a Roma, nelcomplesso del Vittoriano, e visitata in anteprima questamattina dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,accompagnato dal ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini,dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Lettae dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Una mostra che restera'aperta al pubblico fino al 2 giugno, Festa della Repubblica, eche, come ha spiegato il curatore, Marcello Veneziani,

(AGI) - Roma, 16 mar. - Oltre duecento pezzi tra dipinti,sculture, documenti, libri antichi, fotografie, manufatti,mappe, cartine geografiche e video per ricercare l'identita'nazionale. Si tratta della mostra "Alle radici dell'identita'nazionale. Italia Nazione Culturale", organizzata a Roma, nelcomplesso del Vittoriano, e visitata in anteprima questamattina dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,accompagnato dal ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini,dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Lettae dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Una mostra che restera'aperta al pubblico fino al 2 giugno, Festa della Repubblica, eche, come ha spiegato il curatore, Marcello Veneziani, hal'obiettivo di dimostrare che l'Italia "sorge come nazioneculturale, che non nasce dalle armi e dal potere, ma dal suovivere e creare. La sua storia politica e civile, la sua storiamilitare e territoriale - ha proseguito Veneziani - e'preceduta e sovrastata dalla sua storia culturale". Napolitanoha quindi aggiunto che l'esposizione "e' un modo efficacissimodi celebrare l'unita' d'Italia" e "fa capire cosa sia statal'identita' italiana nel suo formarsi piu' antico e graduale".Una sezione della mostra, "Le Icone", e' dedicata a diciottograndi personaggi della storia nazionale dal 1861 ad oggi,quali Giuseppe Garibadi, Alessandro Manzoni, Luigi Pirandello,Benedetto Croce, Enrico Caruso e Padre Pio. Un'altra sezione e'dedicata alla scuola nell'Italia unita e un'altra ancora,"L'arte del saper far bene italiano", vuole essere latestimonianza del Know-how italiano in settori quali la moda,l'artigianato, il cinema e il design. Per Alemanno, "questamostra e' molto importante perche' non parla solo dell'unita'nazionale: parla di un'identita' millenaria che ha un valoreeccezionale. Ringrazio Veneziani per il suo lavoro perche' hafatto emergere con chiarezza la natura di nazione culturale".(AGI) Rma/Bru