ITALIA 150: A CIVITELLA DEL TRONTO UNA DUE GIORNI PER L'EVENTO

(AGI) - Pescara, 7 mar. - Civitella del Tronto (Teramo), ultimaroccaforte borbonica a cadere di fronte all'assalto delletruppe piemontesi nel 1861, ospitera' l'11 e il 12 marzo unadue giorni promossa in occasione del 150esimo anniversariodell'Unita' d'Italia. Ad organizzare l'appuntamento in questocomune della provincia di Teramo e' la Fondazione CantiereAbruzzo Italia, presieduta dal senatore Fabrizio Di Stefano.Tema dell'incontro, che si terra' nella sala consiliare,"Analisi di un risorgimento diseguale". Sara' presentato, haannunciato oggi in conferenza stampa il senatore Di Stefano,uno studio promosso dalla Fondazione che sta facendo realizzaread alcuni giovani iscritti

(AGI) - Pescara, 7 mar. - Civitella del Tronto (Teramo), ultimaroccaforte borbonica a cadere di fronte all'assalto delletruppe piemontesi nel 1861, ospitera' l'11 e il 12 marzo unadue giorni promossa in occasione del 150esimo anniversariodell'Unita' d'Italia. Ad organizzare l'appuntamento in questocomune della provincia di Teramo e' la Fondazione CantiereAbruzzo Italia, presieduta dal senatore Fabrizio Di Stefano.Tema dell'incontro, che si terra' nella sala consiliare,"Analisi di un risorgimento diseguale". Sara' presentato, haannunciato oggi in conferenza stampa il senatore Di Stefano,uno studio promosso dalla Fondazione che sta facendo realizzaread alcuni giovani iscritti anche un libro. "Il 150esimoanniversario dell'Unita' d'Italia - ha detto Di Stefano - nondeve essere solo una festa ma anche un momento di riflessione eriscoperta di un percorso storico che abbiamo pagato molto, datutti i punti di vista". Il riferimento e' al brigantaggio che"va studiato come fenomeno non di delinquenza ma di resistenzae se i libri di storia non lo riportano e' giusto che lofacciamo noi. Il nostro vuole essere un messaggio per legiovani generazioni, facendo scoprire cosa e' cambiato nel 1861e cosa e' cambiato con il brigantaggio. Va detto, ad esempio,che 150 anni fa non c'era il gap economico di oggi tra nord esud, anzi la situazione era ben diversa". Oltre alla relazionedi Piero Carducci sono previsti gli interventi di Pino Aprile,Alessandro Di Loreto, Giovanni Fasanella e Benedetto Valentino.In programma anche un appuntamento con musica e teatro e lavisita alla fortezza. Di Stefano ha annunciato poi un convegnoper il 31 marzo a Chieti, evidenziando che la Fondazione e'nata proprio per promuovere una serie di approfondimenti. "E'giusto - ha concluso - che si riscopra la storia della nostraregione". (AGI) Pe1/Ett