Georgia: Tpi vuole indagare per crimini in guerra con Russia 2008

(AGI/AFP/REUTERS) - Amsterdam, 8 ott. - Ci sono "ragionevolibasi per credere" che siano stati commessi crimini di guerradurante la guerra-lampo tra Russia e Georgia, nel 2008. Cosi'il procuratore del Tribunale penale internazionale dell'Aia,Fatou Bensouda, ha annunciato, in un comunicato, l'intenzionedi aprire un'inchiesta, senza precisare quale paret avrebbecommesso questi crimini. Se dovesse arrivare il via libera alleindagini da parte della Camera per il processo preliminaredella Corte, si tratterebbe della prima volta che sul bancodegli imputati approda un Paese non africano. Il conflitto dell'agosto 2008 fece seguito all'interventomilitare georgiano per riprendere il

(AGI/AFP/REUTERS) - Amsterdam, 8 ott. - Ci sono "ragionevolibasi per credere" che siano stati commessi crimini di guerradurante la guerra-lampo tra Russia e Georgia, nel 2008. Cosi'il procuratore del Tribunale penale internazionale dell'Aia,Fatou Bensouda, ha annunciato, in un comunicato, l'intenzionedi aprire un'inchiesta, senza precisare quale paret avrebbecommesso questi crimini. Se dovesse arrivare il via libera alleindagini da parte della Camera per il processo preliminaredella Corte, si tratterebbe della prima volta che sul bancodegli imputati approda un Paese non africano. Il conflitto dell'agosto 2008 fece seguito all'interventomilitare georgiano per riprendere il controllo della provinciaseparatista e russofona dell'Ossezia del sud, a cui Moscarispose invadendo la Georgia. Il conflitto causo' centinaia dimorti e 120.000 sfollati. La Russia non ha sottoscritto lo Statuto di Roma delTribunale penale internazionale ma potrebbe essere chiamata arispondere di crimini di guerra commessi in Georgia perche'Tbilisi e' tra i firmatari. Mosca potrebbe finire inoltre alcentro delle indagini da parte del tribunale dell'Aia per ilsostegno ai separatisti nel conflitto nell'est dell'Ucraina.(AGI)Rm2/Sar