ENI: LA MOSTRA DE "IL CANE A SEI ZAMPE" FA TAPPA A TORINO

(AGI) - Torino, 18 apr. - Arriva anche a Torino, la mostraitinerante "Il cane a sei zampe: Un simbolo tra memoria efuturo", dedicata alla storia di Eni e del suo marchio, dalleorigini fino al piu' recente restyling. Dopo le tappe a Roma,Ravenna, Stresa, Mantova, Venezia, Cortemaggiore, Firenze eMilano, la mostra approda nella capitale delle celebrazioni diItalia 150, ospitata alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnellial Lingotto, dal 21 aprile al 22 maggio. La tappa torinese sara' anche l'occasione per ricordare lostretto legame tra Eni e Fiat, in una sezione speciale conimmagini e

(AGI) - Torino, 18 apr. - Arriva anche a Torino, la mostraitinerante "Il cane a sei zampe: Un simbolo tra memoria efuturo", dedicata alla storia di Eni e del suo marchio, dalleorigini fino al piu' recente restyling. Dopo le tappe a Roma,Ravenna, Stresa, Mantova, Venezia, Cortemaggiore, Firenze eMilano, la mostra approda nella capitale delle celebrazioni diItalia 150, ospitata alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnellial Lingotto, dal 21 aprile al 22 maggio. La tappa torinese sara' anche l'occasione per ricordare lostretto legame tra Eni e Fiat, in una sezione speciale conimmagini e filmati provenienti dai rispettivi archivi storici econ la proiezione di un breve filmato, realizzato dall'ArchivioStorico Eni in collaborazione con l'Archivio storico Fiat el'Archivio nazionale del Cinema d'Impresa, che ripercorre,attraverso immagini di repertorio (molte delle quali inedite)il fenomeno della motorizzazione di massa negli anni del boomeconomico. L'esposizione, attraverso una ricca selezione diimmagini, documenti originali, filmati, caroselli e memorabiliaprovenienti dall'archivio storico Eni e da collezioni private,illustra ai visitatori la storia di Eni e ne ripercorre letappe significative, i fatti storici, i cambiamenti che hannocaratterizzato lo sviluppo dell'azienda e del Paese a partiredagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri. Una sezione speciale e' riservata alla storia del concorsoindetto nel 1952 per trovare i marchi che avrebberoaccompagnato la pubblicita' della benzina (Supercortemaggiore)e del gas (Agipgas). Questa storia, ricostruita sulla base didocumentazione originale - messa a disposizione dall'EditorialeDomus - fa chiarezza intorno all'origine del "cane a sei zampefedele amico dell'uomo a quattro ruote" (fortunato sloganideato da Ettore Scola) che ha accompagnato tante generazioniin oltre mezzo secolo di storia. La parte finale del percorsoespositivo e' dedicata al presente, con un'opera ispirata alCane a sei zampe realizzata dalla sand artist Ilana Yahav e conle opere dei talenti emergenti che hanno inaugurato la nuovastagione della comunicazione Eni. (AGI) To2