CARCERI: NAPOLITANO, INELUDIBILE INTERVENIRE

(AGI) - Roma, 18 mag. - "Le carenze di organico e il continuoaumento della popolazione detenuta rendono piu' complessol'esercizio dei compiti istituzionali pur restando ineludibilel'attuazione di interventi normativi e organizzativi per ilsuperamento delle molte criticita' ormai manifeste". Lo affermail Presidente della Repubblica nel messaggio inviato al Capodel Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, FrancoIonta, in occasione del 193esimo anniversario della fondazionedel Corpo."Con sensibilita', dedizione e competenza, la PoliziaPenitenziaria - ricorda Giorgio Napolitano - contribuisce inmodo determinante al perseguimento delle finalita' della penadelineate in Costituzione e a fronteggiare, in strettacollaborazione con

(AGI) - Roma, 18 mag. - "Le carenze di organico e il continuoaumento della popolazione detenuta rendono piu' complessol'esercizio dei compiti istituzionali pur restando ineludibilel'attuazione di interventi normativi e organizzativi per ilsuperamento delle molte criticita' ormai manifeste". Lo affermail Presidente della Repubblica nel messaggio inviato al Capodel Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, FrancoIonta, in occasione del 193esimo anniversario della fondazionedel Corpo."Con sensibilita', dedizione e competenza, la PoliziaPenitenziaria - ricorda Giorgio Napolitano - contribuisce inmodo determinante al perseguimento delle finalita' della penadelineate in Costituzione e a fronteggiare, in strettacollaborazione con tutti gli altri operatori del settore, lesituazioni di disagio, sofferenza e grave rischio che larealta' del carcere comporta" e questo appunto "anche quando,come oggi accade, le carenze di organico e il continuo aumentodella popolazione detenuta rendono piu' complesso l'eserciziodei compiti istituzionali pur restando ineludibile l'attuazionedi interventi normativi e organizzativi per il superamentodelle molte criticita' ormai manifeste"."Il Parlamento e il Governo stanno affrontando queste esigenzedi multiforme intervento: auspico - rileva il Capo dello Stato- che il loro impegno conduca al piu' presto a risultaticoncreti che soddisfino le attuali esigenze del sistema digestione della pena e rendano meno oneroso il quotidianosvolgimento delle attivita' demandate alla PoliziaPenitenziaria". (AGI)