CAMORRA: ARRESTATO BOSS CAVA, TRADITO DA NASCITA FIGLIO

(AGI) - Avellino, 18 mag. - Era latitante da due anni SalvatoreCava, 26 anni, uno dei 100 latitanti piu' pericolosi d'Italia,reggente dell'omonimo clan di Quindici, in provincia diAvellino, ma questo non gli ha impedito di avere un figlio e dinascondersi a Pago Vallo Lauro. L'uomo, arrestato oggi dallapolizia, era ricercato dal 2008, quando sfuggi' al blitz cheporto' in carcere altre 48 persone, tutte affiliate al clan eindagate per associazione mafiosa, estorsione, minacce e armi.Salvatore Cava non si e' mai allontanato dal suo territorio enel primo pomeriggio di oggi e' stato sorpreso

(AGI) - Avellino, 18 mag. - Era latitante da due anni SalvatoreCava, 26 anni, uno dei 100 latitanti piu' pericolosi d'Italia,reggente dell'omonimo clan di Quindici, in provincia diAvellino, ma questo non gli ha impedito di avere un figlio e dinascondersi a Pago Vallo Lauro. L'uomo, arrestato oggi dallapolizia, era ricercato dal 2008, quando sfuggi' al blitz cheporto' in carcere altre 48 persone, tutte affiliate al clan eindagate per associazione mafiosa, estorsione, minacce e armi.Salvatore Cava non si e' mai allontanato dal suo territorio enel primo pomeriggio di oggi e' stato sorpreso nell'abitazionedi una coppia, lui operaio quarantenne, lei casalinga, entrambidi Salerno, ma domiciliati nel Vallo di Lauro. Il giovane boss,figlio del capo clan Biagio, stava riposando in camera da lettoquando gli agenti della squadra mobile di Napoli hanno fattoirruzione nell'abitazione alla periferia di Pago. L'operazione,coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, e'scattata grazie ad una intuizione degli investigatori. Alcunesettimane fa e' nato infatti il figlio del giovane boss, checome da tradizione porta il nome del nonno paterno, il bossBiagio Cava, appunto. E nei giorni scorsi la polizia habloccato proprio a Pago Vallo Lauro un'auto carica di fuochid'artificio che, secondo gli inquirenti, dovevano servire afesteggiare la nascita del piccolo Biagio. Salvatore Cava e'stato trasferito nel carcere di Avellino, dove sara'interrogato nei prossimi giorni. Sono invece in stato di fermoi due salernitani che lo ospitavano: entrambi sono indagati perfavoreggiamento. (AGI)Cli/Na/Chi.