"FORMICHE": RISORGERA' L'ITALIA CHE HA 150 ANNI?

(AGI) - Roma, 25 gen. - Nuovo formato e nuova veste grafica.Formiche, la rivista che da quasi un decennio rappresenta unafinestra sul mondo della politica interna ed estera,dell'economia e della cultura si rifa' il trucco rimanendopero' fedele anse stessa e soprattutto ai lettori. Annocruciale il 2011: i 150 anni dell'Unita' d'Italia rappresentanol'occasione per riflettere su passato e sul presente del Paese.Per questo la copertina della rivista rinnovata propone unquesito: "Risorgeremo? A 150 anni dall'Unita' d'Italia". Ilprimo a rispondere e' il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano,che nell'intervento che porta la sua

(AGI) - Roma, 25 gen. - Nuovo formato e nuova veste grafica.Formiche, la rivista che da quasi un decennio rappresenta unafinestra sul mondo della politica interna ed estera,dell'economia e della cultura si rifa' il trucco rimanendopero' fedele anse stessa e soprattutto ai lettori. Annocruciale il 2011: i 150 anni dell'Unita' d'Italia rappresentanol'occasione per riflettere su passato e sul presente del Paese.Per questo la copertina della rivista rinnovata propone unquesito: "Risorgeremo? A 150 anni dall'Unita' d'Italia". Ilprimo a rispondere e' il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano,che nell'intervento che porta la sua firma richiama lanecessita' "di un autentico esame di coscienza collettivo, cheunisca gli italiani nel celebrare il momento fondati o del loroStato nazionale. E riuscirvi non sara' facile". La misuradell'importanza dell'apporto al dibattito pubblico fornitodalla rivista e' data anche dalle presenze al ricevimento colquale si e' festeggiato Formiche a Palazzo Wedekind: daiministri alle Infrastrutture e ai Rapporti con le Regioni,Altero Matteoli e Raffaele Fitto, al direttore generale delministero dell'Ambiente Corrado Clini ai vertici dell'Udc conil leader Pier Ferdinando Casini, il segretario Lorenzo Cesa eil deputato Roberto Rao. Non sono mancati poi i rappresentantidel mondo dell'imprenditoria con il presidente Sipra RobertoSergio, l'ad del Gme Alfonso Rossi Brigante, Marco Staderiniamministratore delegato di Acea. (AGI) Rmg/Nic