"CELEBRIAMO IL 2011 CON L'INNO" LA PROPOSTA DEL CENTRO PANNUNZIO

(AGI) - Torino, 30 dic - Un po' ovunque ci si appresta afesteggiare l'arrivo del nuovo anno con feste pubbliche eprivate, con musica e canti. Il Centro Pannunzio propone cheper accogliere il 2011, le feste siano aperte dall'Inno diMameli. "Dedicare pochi minuti alla nostra storia, nella frenesiadi una festa che da' l'addio ad un anno per molti difficile etriste, - si dice in una nota del Centro Pannunzio - puo'servire a riflettere sul nostro futuro. La storia delRisorgimento e' alla base del nostro essere Italiani""Gli Austriaci a Capodanno suonano, a quasi

(AGI) - Torino, 30 dic - Un po' ovunque ci si appresta afesteggiare l'arrivo del nuovo anno con feste pubbliche eprivate, con musica e canti. Il Centro Pannunzio propone cheper accogliere il 2011, le feste siano aperte dall'Inno diMameli. "Dedicare pochi minuti alla nostra storia, nella frenesiadi una festa che da' l'addio ad un anno per molti difficile etriste, - si dice in una nota del Centro Pannunzio - puo'servire a riflettere sul nostro futuro. La storia delRisorgimento e' alla base del nostro essere Italiani""Gli Austriaci a Capodanno suonano, a quasi un secolo dallafine dell'Impero, la Marcia Radetzky. Vogliamo, - conclude -almeno quest'anno, aprire l'anno senza rivolgerci solo al tappodella bottiglia e alle bollicine?".(AGI)Chc