JOSP FEST: CONVEGNO TEOLOGICO, PELLEGRINAGGIO E' CONDIZIONE MORALE

(AGI) - CdV, 4 giu. - "Il pellegrinaggio e' prima di tutto unhabitus morale che l'uomoacquisisce con l'espediente fisico del mettersi in cammino mache diventa stato d'animo perenne, condizione morale, tensionedello spirito". Lo ha ricordato il Convegno Teologico Pastoralepromosso dall'Opera Romana Pellegrinaggi in occasione dellaterza edizione del JOSP Fest. "L'essere in cammino - hasottolineato monsignor Liberio Andreatta, vicepresidentedell'Orp - e' caratteristica propria di ogni persona che conanimo sincero cerca la Verita'". Un concetto che i medievaliesprimevano con il termine di "homo viator" individuandolo comecaratteristica propria di ogni cristiano in

(AGI) - CdV, 4 giu. - "Il pellegrinaggio e' prima di tutto unhabitus morale che l'uomoacquisisce con l'espediente fisico del mettersi in cammino mache diventa stato d'animo perenne, condizione morale, tensionedello spirito". Lo ha ricordato il Convegno Teologico Pastoralepromosso dall'Opera Romana Pellegrinaggi in occasione dellaterza edizione del JOSP Fest. "L'essere in cammino - hasottolineato monsignor Liberio Andreatta, vicepresidentedell'Orp - e' caratteristica propria di ogni persona che conanimo sincero cerca la Verita'". Un concetto che i medievaliesprimevano con il termine di "homo viator" individuandolo comecaratteristica propria di ogni cristiano in questa vita.Infatti, "e' un'aspirazione propria dell'uomo quella di usciredalla quotidianita' per aprirsi al dialogo,all'approfondimento, nella consapevolezza che nella ricercadella Verita' e' autentico e genuino l'incontro con l'altro". "Il pellegrinaggio - ha rilevato da parte sua padre CesareAtuire - e' mezzo e esso stesso termine di questo processo chelega la persona al viaggio, al pellegrinaggio. E' una sorta diprocesso in divenire che compie l'animo umano. In definitiva,dal viaggio fuori dal proprio io all'Incontro con l'Altro,all'incontro con Dio". "Viviamo - ha osservato padre Atuire - in un momentodifficile e c'e' un grande bisogno di spiritualita', diriflessione e di Dio, e questo e' uno dei motivi per cui stiamoassistendo ad una grande richiesta per l'esperienza delpellegrinaggio". (AGI) siz (Segue)