Una "serata cultura italiana" accende Berlino

(AGI) - Berlino, 30 set. - Una "Serata culturale italiana" haanimato la scena artistica di Berlino: gli spazi dellaFondazione Konrad-Adenauer-Stiftung (Kas) hanno ospitatol'iniziativa che ha unito letteratura, musica e arti visive inun evento di promozione dell'eccellenza artistica italiana.L'evento si e' articolato in tre diverse momenti, moltoapprezzati dal pubblico presente. A dare il via alla serata e'stato Andrea Bajani che ha letto, in un dialogo con l'attoretedesco Felix von Manteufel, alcuni brani del suo ultimo libro"Mi riconosci". A seguire, l'esecuzione musicale del duoTortorelli-Meluso, violino e piano, gia' molto conosciuto inGermania

(AGI) - Berlino, 30 set. - Una "Serata culturale italiana" haanimato la scena artistica di Berlino: gli spazi dellaFondazione Konrad-Adenauer-Stiftung (Kas) hanno ospitatol'iniziativa che ha unito letteratura, musica e arti visive inun evento di promozione dell'eccellenza artistica italiana.L'evento si e' articolato in tre diverse momenti, moltoapprezzati dal pubblico presente. A dare il via alla serata e'stato Andrea Bajani che ha letto, in un dialogo con l'attoretedesco Felix von Manteufel, alcuni brani del suo ultimo libro"Mi riconosci". A seguire, l'esecuzione musicale del duoTortorelli-Meluso, violino e piano, gia' molto conosciuto inGermania per le sue raffinate interpretazioni di una ricercatae a tratti inedita produzione musicale ottocentesca, che hapreceduto l'apertura al pubblico della mostra "Placetexperiri!" dell'artista Luca Trevisani, 'enfant prodige'dell'arte contemporanea italiana, il cui lavoro si concentrasulla composizione e trasformazione continua della materia, inquesto caso stampe su carta e alluminio sottoposto a raggi uv,in un gioco di metamorfosi e di contrasti cromatici luminosi.La serata, promossa dalla Kas in collaborazione conl'ambasciata e l'Istituto italiano di cultura di Berlino inoccasione del semestre italiano di presidenza Ue, e' statainaugurata dall'ambasciatore italiano, Pietro Benassi, che,davanti agli ospiti, ha sottolineato il ruolo fondamentaledella cultura come elemento portante dell'Unione Europea intesaquale comunita' di valori ancor prima che di interessieconomici. .