Siria: Ankara apre le frontiere ai profughi

(AGI) - Ankara, 19 set. - La Turchia ha aperto le frontieredella regione di Sanliurfa ai profughi curdi della Siriasfuggiti agli attacchi dello Stato islamico. Quattromilacurdi, sfuggiti all'avanzata dello Stato islamico nella zonadella citta' di Ain al Arab, sono entrati oggi in territorioturco, come ha spiegato il premier Ahmet Davutoglu duranteuna visita a Baku, in Azerbaigian. "Tutti i siriani,indipendentemente dalla loro etnia, saranno accettati inTurchia", ha affermato Davutoglu. Per ora i profughi sarannotrasferiti in una vecchia scuola nel villaggio di Oylum, manei prossimi giorni "troveremo loro una sistemazione", hadetto

(AGI) - Ankara, 19 set. - La Turchia ha aperto le frontieredella regione di Sanliurfa ai profughi curdi della Siriasfuggiti agli attacchi dello Stato islamico. Quattromilacurdi, sfuggiti all'avanzata dello Stato islamico nella zonadella citta' di Ain al Arab, sono entrati oggi in territorioturco, come ha spiegato il premier Ahmet Davutoglu duranteuna visita a Baku, in Azerbaigian. "Tutti i siriani,indipendentemente dalla loro etnia, saranno accettati inTurchia", ha affermato Davutoglu. Per ora i profughi sarannotrasferiti in una vecchia scuola nel villaggio di Oylum, manei prossimi giorni "troveremo loro una sistemazione", hadetto ancora Davutoglu. (AGI).